Navigazione in Internet

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
(Reindirizzamento da La navigazione in Internet)
Jump to navigation Jump to search
<< Copertina   ·   Contenuti inadatti >>

Internet, a volte chiamato anche, impropriamente, World Wide Web[1], è una rete globale di server interconnessi tra loro che contengono un numero elevatissimo di pagine contenenti informazioni di tutti i tipi (testi, fotografie, filmati) sugli argomenti più disparati.

Per navigare (ovvero per accedere a tutta questa mole di informazioni) è necessario possedere un w:Personal Computer, fornito di una connessione Internet (servizio che è solitamente appannaggio degli operatori telefonici, ma non solo[2]) e di alcuni elementari programmi di navigazione, detti browser e magari altri programmi addizionali quali: programmi per la posta elettronica e i messaggi istantanei (ovvero per chattare).

Partendo dal presupposto che il lettore sia in grado di configurare tutti gli strumenti sopra elencati per accedere a internet[3], andiamo ad esporre una serie di consigli per navigare in modo il più possibile sicuro.

Sicurezza e internet[modifica]

Le problematiche riguardanti la sicurezza nella navigazione in Internet sono molteplici. Inannzitutto si deve considerare che accedere al World Wide Web è simile in tutto e per tutto a fare una bella passeggiata nel centro della vostra cittadina in occasione di un mercatino rionale. Infatti se non siete coperti bene (magari con una sciarpa) correte il rischio di beccarvi un bel virus influenzale, se non siete abbastanza accorti vi potrebbero scippare il portafoglio di tasca con carta di credito e dati personali, se vi fidate troppo del venditore quello potrebbe rifilarvi una solenne fregatura, se non addirittura un pacco vero e proprio. Considerate poi che nel mercatino che vi sto descrivendo, le forze dell'ordine non passano mai (o quasi mai) a controllare, e si vende di tutto di più, compresa merce illegale, venduta nascondendosi dietro una extra-territorialità della bancarella, o qualche altro inghippo legale simile. Se poi vi infilate nel vicoletto secondario e buio... potreste fare incontri poco graditi!

Fuor di metafora internet è lo specchio del mondo, ci trovate qualunque cosa, anche ciò da cui solitamente state ben attenti a girare al largo, tipo il quartiere malfamato o quello a luci rosse.

Strumenti utili[modifica]

Per potersi considerare protetti dal malware è necessario munirsi almeno dei seguenti strumenti fondamentali:

  • antivirus: questi sono programmi il cui unico e peculiare scopo è individuare sul computer ogni tipo di minaccia alla sicurezza e all'integrità dei dati in esso contenuti, mantenendo aggiornate le cosiddette definizioni dei virus questi programmi sono in grado di offrire un certo livello di controllo su ogni programma che impiega cicli della CPU e distinguere tra quelli attivati dall'utilizzatore e dal Sistema Operativo e quelli nocivi.
  • firewall: la funzione di questi programmi è costruire un muro (da cui muro di fuoco) che filtri i messaggi in entrata e in uscita al computer, impedendo l'accesso a cracker (esperti di internet e reti che sono capaci di accedere a PC remoti) e bloccando l'invio di dati degli spyware[4].
  • software anti-spyware: come già accennato parlando del firewall lo spyware è dannoso e va bloccato ed eliminato, fortunatamente esistono programmi gratuiti, volti a questo scopo. Alcuni antivirus integrano all'interno anche la funzionalità anti-spyware.

In Rete si trovano degli ottimi antivirus, firewall, anti-spyware gratuiti.

Altri strumenti utili sono:

  • filtri anti-spam: insieme al programma della posta elettronica è utile installare un filtro per bloccare tutte le e-mail di pubblicità indesiderata detta spam. Alcuni programmi di posta hanno dei filtri integrati, ma comunque ne esistono di addizionali anche gratuiti. Questi programmi sono in grado di bloccare le e-mail che provengano da indirizzi black-listed (ovvero iscritti in liste che certificano che sono fonte di spam), o contengano parole, frasi e locquizioni tipiche delle e-mail di spam. Il modo comunque più efficace contro lo spam, resta quello di mantenere l'e-mail il più possibile privata, e mettere a conoscenza di tale indirizzo di posta solo persone sulla cui riservatezza si è certi.
  • software anti-pop-up: il popup generalmente non è un elemento dannoso per la sicurezza durante la navigazione, ma è indubbiamente un modo molesto per fare promozione pubblicitaria. Fortunatamente esistono programmi appositi che li bloccano, alcuni appositamente studiati per integrarsi nel browser, altri già integrati (in particolare sui browser più recenti).

Navigare con la testa prima che col mouse[modifica]

In ogni caso, con o senza strumenti dedicati alla sicurezza installati sul proprio computer, una navigazione accorta mette al riparo da ogni rischio più di ogni altra cosa.

Siti sicuri[modifica]

Navigare entro siti sicuri è il modo migliore per essere tranquilli. Un sito sicuro si individua principalmente da due fatti:

  • essere certi che si tratta del sito ufficiale di una qualche compagnia, società o gruppo in cui si ripone la più totale fiducia (ad esempio: google.com, o wikibooks.org)
  • controllare la barra degli indirizzi[5], che indica in ogni istante dove ci si trova.

Alcuni siti attirano in qualche modo (ad esempio con una e-mail) l'utente in un sito che appare in tutto e per tutto identico ad uno di cui l'utente si fida, ad esempio il sito della propria banca, mentre in realtà si tratta solo di una copia fedele, salvata da un truffatore ad un indirizzo diverso, ma simile a quello originario. Quindi la massima attenzione: l'URL http://it.wikibook.org non è la stessa cosa di http://it.wikibooks.org sebbene gli assomigli molto! Questa tecnica è chiamata w:en:typosquatting ed è una variante del più generale w:en:cybersquatting.

In generale quindi, se si inseriscono in un qualche form[6] dati riservati, controllare sempre di essere dove ci si aspetta di essere, prima di inviarli, in modo da non inviarli se non a chi sono effettivamente destinati. Esiste infatti un diffuso e infido sistema per entrare in possesso di dati riservati altrui (tipo dati e codici bancari) il phishing.

Inoltre, non si dovrebbe mai

  • inviare dati personali come le coordinate bancarie, il numero della carta di credito, ecc.
  • oppure aprire la propria e-mail
  • o inviare altri dati sensibili

senza prima controllare che l'indirizzo cominci con https invece che http. In caso contrario, è possibile che alcuno intercetti i dati che si stanno ricevendo (che saranno trasmessi in chiaro, cioè non crittografati) e quindi possa leggere i dati personali che si ricevono sul proprio computer, come la posta elettronica ecc.
Alcuni browser segnalano questa cosa con un lucchetto che appare in basso a destra.

In sintesi

Prima di inviare dati personali tramite Web,

  • consultare la barra degli indirizzi e controllare che il dominio Internet sia quello giusto, lettera per lettera.
  • Mai dare la propria password o alcun dato personale in risposta ad una e-mail di un fornitore di servizi (banca, ecc.)

Su sistemi Linux[modifica]

È opportuno navigare usando un utente che non sia l'utente root. Questa è la principale misura di sicurezza contro il malware, che in questo modo non può agire.

Inoltre, è opportuno usare una versione aggiornata del sistema operativo, perché nelle versioni più recenti possono trovare posto correzioni a falle di sicurezza cui sono soggette le versioni più vecchie.

Programmi scaricati[modifica]

Un altro tipo di strumento che internet supporta sono i programmi di condivisione dei file (file-sharing) basati su protocolli di peer-to-peer (P2P). In questo caso oltre a tutti i succitati consigli di utilizzare la massima accortezza nel prelevare file (che potrebbero essere dannosi), si deve aggiungere che molti di questi file condivisi, sono in piena violazione delle norme internazionali e nazionali dei diritti di copyright, percui non devono essere prelevati ne condivisi.

Note[modifica]

  1. In realtà il World Wide Web si riferisce solo a quella parte di Internet che utilizza il protocollo HTTP, che però essendo la parte più conosciuta al grande pubblico, molto spesso si sente parlare di Web per riferirsi ad Internet, un chiaro esempio di sineddoche
  2. Esistono ad esempio società che forniscono copertura Internet via satellite, per lo più per l'invio di dati all'utente, ma esiste anche il caso bidirezionale (anche se con costi non accessibili per la piccola utenza privata
  3. Sostanzialmente tutti gli strumenti citati vengono forniti con delle istruzioni di base che ne permettono la messa in funzione in tempi ragionevoli anche per utenti totalmente neofiti
  4. uno spyware è un piccolo programma il cui scopo è raccogliere dati personali dell'ignaro utente il cui computer è infettato.
  5. Ogni browser ha nella parte alta una casella di testo che indica l'indirizzo della pagina che si sta consultando (l'URL) ovvero in questo momento dovrebbe essere: http://it.wikibooks.org/wiki/La_navigazione_in_Internet#_note-4. Se non lo è, state consultando un clone di Wikibooks e vi consiglio di andare alla versione originale.
  6. Il form indica una parte di una pagina Web in cui è richiesto di inserire dei dati da inviare ad un destinatario remoto