Libro di cucina/Ricette/Gnocchi di patate

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search


Ingredienti[modifica]

Per 4 persone:

Preparazione[modifica]

  1. Lessare le patate per c.a. 30-40 minuti (dipende dalla dimensione delle patate) in acqua bollente (per evitare shock termici è bene partire con acqua tiepida o fredda)
  2. Sbucciare le patate bollenti (aiutarsi con dei guanti o con uno strofinaccio) e passarle man mano con uno schiacciapatate (usare la trafila piccola) formando una purea.
  3. Lasciare intiepidire la purea
  4. Aggiungere la farina, lentamente, e l'uovo, ed impastare gli gnocchi. Non è necessario utilizzare tutta la farina prevista: la quantità dipende dall'elasticità e dalla consistenza dell'impasto[2].
  5. Lasciare riposare l'impasto per dieci minuti
  6. Aggiungere eventualmente ancora farina e dividere l'impasto in tante palline di una decina di centimetri di diametro
  7. Lavorare ciascuna pallina facendola diventare un cilindro di circa 1/1,5 centimetri di diametro
  8. Spezzare il cilindro in tanti barilotti di c.a. 2 centimetri
  9. (opzionale) far passare i barilotti sul retro di una grattugia da formaggio per imprimere il caratteristico disegno e contemporaneamente schiacciarli un poco con il pollice formando lo gnocchetto.
  10. Porre gli gnocchetti così preparati su una tavola abbondantemente infarinata (in questo caso la farina è esterna e quindi non pregiudica il sapore dello gnocco)
  11. Ripetere l'operazione fino ad esaurire l'impasto
  12. Passare velocemente alla fase di cottura (una volta pronti gli gnocchi iniziano ad assorbire umidità quindi meno tempo trascorre rispetto al momento della cottura e meglio è).

Cottura[modifica]

  1. Usare una casseruola ampia (26-28 cm.) e riempirla di acqua fredda fino a un centimetro dal bordo
  2. Riscaldare l'acqua fino alla bollitura e aggiungere il sale grosso (circa 5 gr. per ogni litro di acqua)
  3. Abbassare la fiamma portandola ad un livello medio
  4. Versare gli gnocchi (se la casseruola è abbastanza grande si potrà dividere la quantità degli gnocchi su due cotture, altrimenti anche tre o quattro, non affollate di gnocchi la casseruola perché altrimenti si "disfano").
  5. Attendere che gli gnocchi salgano in superficie
  6. Raccogliere gli gnocchi con una schiumarola e disporli direttamente nei piatti alternando una palettata di gnocchi con un po' di condimento[3].
  7. Ripetere l'operazione fino ad esaurimento degli gnocchi
  8. Servire rapidamente

Condimenti consigliati[modifica]

  • il miglior condimento è una salsa di pomodoro molto leggera preparata con un soffritto di cipolle con sale pepe e origano o basilico. È sconsigliata l'aggiunta di parmigiano o pecorino.
  • Un'altra preparazione interessante è con la fonduta al castelmagno, il sapore della patata in questo caso si perde un poco, ma la preparazione acquista tutti gli aromi della fonduta.
  • Gli gnocchi di patate si prestano a raccogliere tantissimi altri condimenti, purché siano sufficientemente delicati per lasciar trapelare sul palato il gustosissimo aroma di patata.

Note[modifica]

  1. L'uso di patate di almeno sei mesi permette un minore assorbimento di umidità e quindi richiede meno farina per tenere assieme gli gnocchi.
  2. Nella preparazione degli gnocchi la farina ha unicamente la funzione di evitare che gli stessi gnocchi lessando si disfino. Quindi meno farina si usa compatibilmente con questo principio più gli gnocchi saranno saporiti e morbidi. Viceversa gli gnocchi saranno sempre più corrotti dal sapore della farina e risulteranno sempre più duri alla masticazione.
  3. Evitare il più possibile di muovere o di mescolare gli gnocchi quando sono molto caldi e privi di condimento perché tenderanno ad impastarsi