Libro di cucina/Ricette/Minestrone alla genovese

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Il pesto alla ligure è indispensabile per conferire il particolare sapore al minestrone alla genovese

Il minestrone alla genovese, (in dialetto genovese "menestron a-a zeneize") è una ricetta, come dice il nome stesso, tipica della cucina ligure ed in particolare di Genova.
Appartiene alla cucina povera tipica della Liguria: i suoi ingredienti sono prodotti della natura di facile reperibilità, quali verdure e legumi: patate, fagioli, zucchine, verza, spinaci, melanzana e pasta "scucuzzù" (o brichetti o taglierini), nonché l'indispensabile pesto. Viene servito tiepido, accompagnato dal vino Vermentino.

Ingredienti[modifica]

per confezionare un minestrone per più persone:

  • 500 g patate
  • 300 g borlotti
  • 300 g zucchini
  • 300 g bietole
  • 1 cavolo verza
  • 1 gambo di sedano
  • carote
  • 1 cipolla
  • 1 melanzana
  • 1 manciata spinaci
  • 200 g pasta "scucuzzù" (o brichetti o taglierini)
  • 50 g pesto
  • olio di oliva extra vergine preferibilmente della Liguria

Preparazione[modifica]

Si lavano le verdure e le si tagliano a pezzetti. Quindi si mettono a cuocere lentamente in acqua con un po' di sale.

Quando le verdure inizieranno a disfarsi si mettono a cuocere i brichetti nella stessa pentola. A cottura della pasta avvenuta, tocco finale aggiungere un po’ di pesto ed un filo di olio. Rimescolare il tutto e servire in fondine.

L'usanza tradizionale è di servirlo tiepido.

Per il vino, un buon abbinamento è il Vermentino.

Un consiglio per una preparazione più tradizionale: quando il minestrone è pronto si spegne il fuoco e solo allora si butta la pasta nella pentola, lasciando che cuocia senza bollore e dando tempo al minestrone di intiepidirsi

Altri progetti[modifica]