Libro di cucina/Ricette/Paciarella

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La paciarella (paciarèla in dialetto milanese, detta anche "turta del Michelacc"), è una torta di pane, consumata in ricorrenza delle feste patronali, in particolare nei piccoli paesini della provincia.

Ingredienti[modifica]

  • 2 lt di latte
  • 600 GR di pane di pasta dura
  • 500 g di amaretti
  • 500 g di zucchero
  • 250 g di cacao misto
  • 150 g di cedro
  • 200 g di uvetta
  • 100 g di burro
  • 2 bustine di zucchero vanigliato
  • buccia di limone
  • un pizzico sale
  • circa mezzo bicchierino di liquore anice (o 200 g di pan d'anice)
  • pinoli a piacere
  • volendo si possono aggiungere 3 uova.

Preparazione[modifica]

  1. La sera prima mettere il pane di pasta dura (meglio ancora se secco) a bagno nel latte e di tanto in tanto dare una mescolata; amalgamare poi gli ingredienti (amaretti pane anice, zucchero, cacao, sminuzzando il tutto) e lasciar riposare tutta la notte. Da parte mettere a bagno in acqua l'uvetta.
  2. Il mattino seguente sminuzzare l'impasto con le mani (o con il passaverdura per avere una grana più fine), lavare bene l'uvetta, asciugarla su uno strofinaccio e terminare di aggiungere gli altri ingredienti.
  3. Imburrare molto bene la teglia (meglio se alta) e spargere del pane grattugiato; poi versare l'impasto e mettere in forno ben caldo. quando avrà assunto un bel colore scuro-cioccolato, infilare uno stuzzicadenti e controllare che, quando estratto, sia ben asciutto per sapere se è cotta; a questo punto lasciar raffreddare a forno spento.

Consigli[modifica]

  • Nota bene: il dolce è più buono il giorno seguente.