Libro di cucina/Ricette/Parampampoli

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Il parampampoli è un liquore della Valsugana (Trentino) a bassa gradazione alcolica che viene servito caldo, flambé, realizzando un ottimo digestivo servito in un modo molto carino, scenografico.

Parampampoli in bottiglia, da servire caldo o freddo[modifica]

Di seguito viene spiegato come preparare il liquore, con un procedimento che necessita di almeno 15 giorni di tempo ottenendo un liquore molto aromatizzato

Ingredienti[modifica]

Per 8 persone

  • 1 tazzina (da caffè) contenente grappa
  • 1 tazzina contenente cognac o brandy
  • 1 tazzina contenente caffè realizzato con una moka
  • 1 tazzina contenente vino rosso
  • ½ tazzina contenente zucchero
  • 2 bacche di ginepro
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 g di cannella
  • 1 bicchierino di succo alla mela

Preparazione[modifica]

  1. Inserire gli ingredienti in una bottiglia o vaso di vetro, e lasciare riposare per 15 giorni rimestando di tanto in tanto.

Consigli[modifica]

  • Può essere servito freddo, anche se è preferibile servirlo flambé secondo la seguente procedura:
    1. Inserire il contenuto della bottiglia in un paiolo.
    2. Riscaldare finché inizia l'ebollizione (a 78 gradi, temperatura in cui l'alcool evapora), togliere dal fuoco quindi accendere con fiammifero facendo attenzione ai vapori di alcool etilico facilmente ustionanti.
    3. Rimestare con un piccolo mestolo metallico affinché l'alcool affluisca in superficie servendo immediatamente sulle tazzine da caffè (anche se precedentemente utilizzate per bere il caffè).

La gradazione alcoolica risulta molto modesta, intorno al 20% vol., tuttavia il fatto di servirlo caldo accentua la caratteristica alcoolica della bevanda.

Parampampoli preparato al momento, da servire caldo[modifica]

Viene di seguito illustrato il procedimento di preparazione del parampampoli per la consumazione immediata. Il risultato sarà meno aromatizzato, mancando le bacche (che necessitano di macerazione, per trasferire il loro sapore e profumo), comunque buono e molto simpatico da preparare e servire ai propri ospiti.

Ingredienti[modifica]

Per 8 persone

  • 1 tazzina (da caffè) contenente grappa
  • 1 tazzina contenente cognac o brandy
  • 1 tazzina contenente caffè realizzato con una moka
  • 1 tazzina contenente vino rosso
  • ½ tazzina contenente zucchero

Preparazione[modifica]

  1. Inserire gli ingredienti in un pentolino (preferibilmente di rame, per migliorare l'aspetto scenografico).
  2. Riscaldare finché inizia l'ebollizione (a 78 gradi, temperatura in cui l'alcool evapora), togliere dal fuoco quindi accendere con fiammifero facendo attenzione ai vapori di alcool etilico facilmente ustionanti.
  3. Rimestare con un piccolo mestolo metallico affinché l'alcool affluisca in superficie servendo immediatamente sulle tazzine da caffè (anche se precedentemente utilizzate per bere il caffè).

La gradazione alcoolica risulta molto modesta, intorno al 20% vol., tuttavia il fatto di servirlo caldo ne accentua la caratteristica alcoolica della bevanda.

Consigli[modifica]

  • Il paiolo deve avere una superficie ridotta in modo che l'alcool non si disperda troppo facilmente, altrimenti risulterà difficile l'accensione. In altre parole, l'altezza del liquore nel paiolo deve essere almeno la metà rispetto al diametro.
  • Data l'elevata infiammabilità dell'alcool, è il caso di considerare le dovute precauzioni prima dell'accensione.