Libro di cucina/Ricette/Prussiane

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Le prussiane sono un dolce ritenuto 'leggero' da molti, forse per la loro leggerezza fisica. In realtà sono leggermente grasse, ma squisite e adorate da grandi e piccini. La versione che presentiamo ne produrrà del tipo piccolo, sarà semplice comprendere come realizzarne di più grandi. Un suggerimento: servitele sempre calde o riscaldate, per aumentarne la morbidezza.

Ingredienti[modifica]

per 4 persone

  • 100 g zucchero in polvere
  • 1 confezione da 250gr di pasta sfoglia fresca (banco frigo nei supermercati)

Preparazione[modifica]

  1. Acquistare una confezione di pasta sfoglia pronta da frigo (fresca e non congelata) da circa 250gr
  2. Accendere il forno in modo da regolarlo intorno ai 150/180°, fuoco medio/basso nel caso di una cucina a gas, avendo cura di sfilarne via la piastra piana che servirà per disporre i dolcetti, se la piastra non fosse disponibile potete usare un ruoto largo con il bordo basso, ma va bene anche uno con il bordo alto, che però renderà più complesse le manovre.
  3. Srotolare il contenuto, avendo cura di non romperlo e senza separarlo dal foglio bianco, che è una ottima crta da forno che utilizzeremo per non far attaccare le prussiane durante la cottura
  4. Cospargere di zucchero il lato di pasta che avete davanti, battendo con le mani per fare aderire bene lo zucchero alla superficie. La quantità di zucchero dovrebbe essere non eccessiva, come una spolverata. Le dosi potranno variare in funzione della golosità di ciascuno.
  5. Staccare delicatamente il foglio di pasta dalla carta da forno e ribaltarla in modo da avere la faccia senza zucchero pronta per una nuova spolverata di zucchero, ripetendola anche da questo lato senza dimenticare di battere un po' con le mani per fare aderire bene lo zucchero
  6. Arrotolare la pasta fino al centro, da un lato, e arrotalate l'altra metà ancora verso il centro. Il risultato dovrà essere quello di avere due cilindri avvolti l'uno verso l'altro, uniti al centro.
  7. Tagliare con un coltello tante fettine da questo doppio rotolo, in modo da avere tanti piccoli biscotti con la forma di due spirali contrapposte. L'operazione è molto semplice, più da realizzare che da descrivere.
  8. Cospargere le doppie spirali ancora di zucchero, sempre in quantità non eccessiva ma accertandovi di darvi qualche colpetto per far penetrare i granelli di zucchero nella pasta, senza abbondare.
  9. Stendere il foglio di carta da forno sulla piastra o sul fondo del ruoto, avendo cura di ripulirla dai residui di zucchero.
  10. Adagiare le doppie spirali sulla piastra ricoperta dalla carta, avendo cura di distanziarle tra loro di almeno un centimetro.
  11. Infornare le prussiane e lasciarle cuocere per circa 10/15 minuti, accertandovi che non brucino sul lato inferiore, dove lo zucchero si caramellerà durante la crescita.
  12. Girare le prussiane dal lato opposto, avendo cura di non bruciarsi, utilizzando preferibilmente una paletta e non una forchetta o altro che ne possa danneggiare la caratteristica forma, facendo cuocere per altri 10/15 minuti.
  13. Servire le prussiane ben calde, nel caso accompagnate da un buon the non zuccherato.

Consigli[modifica]

Quando girate le prussiane abbiate cura di farlo al 'momento giusto': quando saranno un po' creciute e quando vi appariranno ancora bianche dal lato non aderente alla piastra, l'altro lato sarà invece di un colore dorato per lo zucchero che inizia a caramellare. Una cottura eccessiva le renderà troppo dure quando raffreddate, e dure saranno anche nel caso usiate troppo zucchero, che alcuni preferiscono usare in quantità minime. Il grasso della pasta e lo zucchero esterno riportano le prussiane alla loro morbidezza quando riscaldate, specie in un forno a micronde per poco tempo. Nonostante l'aspetto, sconsiglio di usarle come biscotto da inzuppare.