Utente:Riccardo Rovinetti/Sandbox 30: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
 
{| align="center" style="text-align:center" width="30%"
|+ Con un unico stato di ossidazione
|| '''+'''<br />NaCl'''Na'''Cl || '''+2'''<br />CaSO'''Ca'''SO<sub>4</sub> || '''+3'''<br />'''Al'''<sub>2</sub>O<sub>3</sub> || '''+2'''<br />'''Zn'''(NO<sub>3</sub>)<sub>2</sub>
|-
| Cloruro '''di sodio''' || Solfato '''di calcio''' || Ossido '''di alluminio''' || Nitrato '''di zinco'''
|| +<br />NaCl || +2<br />CaSO<sub>4</sub> || +3<br />Al<sub>2</sub>O<sub>3</sub> || +2<br />Zn(NO<sub>3</sub>)<sub>2</sub>
|-
| Cloruro di sodio || Solfato di calcio || Ossido di alluminio || Nitrato di zinco
|}
 
;Nomenclatura IUPAC
La nomenclatura chimica ufficiale non è quella tradizionale, bensì quella stabilita dalla IUPAC nel 2005. <br />
Essa prevede diversi tipi di nomenclatura per i composti inorganici, e risulta spesso artificiosa (poiché deve essere applicabile a qualsiasi composto chimico, anche molto complesso). Quella più semplice si chiama ''compositional'' che mantiene i prefissi per gli anioni (Cl<sup>-</sup> rimane cloruro, NO<sub>3</sub><sup>-</sup> rimane nitrato ecc.) mentre elimina quello dei cationi (Ferroso e ferrico diventa solo "... di ferro" e così via) e di acidi ed anidridi. Il loro rapporto di combinazione viene indicato tramite i prefissi numerici greci (solfatocloruro ferroso FeCl<sub>2</sub> è quindi bicloruro di ferro, Na<sub>3</sub>PO<sub>4</sub> diventa fosfato di trisodio, acido cloridrico HCl diventa cloruro di idrogeno, anidride solforosa SO<sub>2</sub> diventa diossido di zolfo.)
 
{| class="wikitable" style="text-align:center; margin:1em auto 1em auto;" width="65%"
|-
! Formula || <big>PbF<sub>2</sub></big> || <big>PbF<sub>4</sub></big> || <big>Cu(MnO<sub>4</sub>)<sub>2</sub></big> || <big>K<sub>2</sub>MnO<sub>4</sub></big> || <big>KNaHCO<sub>3</sub>MnO</big> || <big>HClO<sub>43</sub></big> || <big>FeCl<sub>32</sub>O<sub>45</sub></big>
|-
! '''Compositional''' || Difluoruro di piombo || TetrafluoruroBipermanganato di piomborame || BipermanganatoManganato di ramedipotassio || ManganatoCarbonato di dipotassiosodio e idrogeno || IpomanganatoClorato di tripotassioidrogeno || TetraossidoPentossido di triferrodicloro
|- style="background:white"
| '''Tradizionale''' || Fluoruro piomboso || Fluoruro piombico || Permanganato rameico || Manganato di potassio || IpomanganatoBicarbonato di potassiosodio || Acido clorico || OssidoAnidride ferroso-ferricoclorica
|}
 
;Nomenclatura di Stock
Un altro sistema di nomenclatura rigoroso e chiaro quello di Alfred Stock. Esso è del tutto simile a quello usato dalla ''compositional'' ma al posto dei numerali greci utilizza i numeri romani per indicare lo stato di ossidazione del catione (e facoltativamente dell'anione). Come accade per le altre due nomenclature, non è necessario specificare lo stato di ossidazione se non c'è pericolo di ambiguità.
 
{| class="wikitable" style="text-align:center; margin:1em auto 1em auto;" width="65%"
|-
! Formula || <big>PbF<sub>2</sub></big> || <big>PbFH<sub>3</sub>AsO<sub>4</sub></big> || <big>Cu(MnO<sub>4</sub>)<sub>2</sub></big> || <big>K<sub>2</sub>MnO<sub>4</sub></big> || <big>KHClO<sub>3</sub>MnO<sub>4</sub></big> || <big>FeCl<sub>32</sub>O<sub>45</sub></big>
|-
! Stock || Fluoruro di piombo(II) || FluoruroIdrogenocarbonato di piombo(IV)sodio || PermanganatoManganato(VII) di rame(II) || Manganato(VI) di potassio || ManganatoClorato(V) di potassioidrogeno || Ossido di ferrocloro(II)(IIIV)
|- style="background:white"
| '''Compositional''' || Difluoruro di piombo || TetrafluoruroIdrogenoarbonato di piombosodio || Bipermanganato di rame || Manganato di dipotassio || IpomanganatoClorato di tripotassioidrogeno || TetraossidoPentossido di triferrodicloro
|- style="background:white"
| '''Tradizionale''' || Fluoruro piomboso || FluoruroBicarbonato piombicodi sodio || Permanganato rameico || Manganato di potassio || IpomanganatoAcido di potassioclorico || OssidoAnidride ferroso-ferricoclorica
|}
 
Tale nomenclatura viene applicata soprattutto per dare il nome ai singoli cationi. Per esempio Cu<sup>2+</sup> è chiamato ''catione rameico'' nella tradizionale, ''catione Cu(+2)'' o ''rame(+2)'' dalla IUPAC e '''rame(II)''' o ''catione Cu<sup>II</sup>'' dalla nomenclatura di Stock. Tutti e cinque sono sinonimi, ma la versione in grassetto è quella solitamente più usata (ed approvata anche dalla IUPAC), specialmente quando il catione non è un singolo atomo ma una molecola intera. Per esempio [Cu(H<sub>2</sub>O)<sub>6</sub>]<sup>2+</sup> è una molecola che si forma sciogliendo un composto di rame(II) in acqua. Il suo nome ufficiale è ''esaacqua'''rame(II)'''''.
 
==Le equazioni di reazione==

Menu di navigazione