Video editing/Configurazione hardware

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Editing video amatoriale[modifica]

Fortunatamente il progresso tecnologico ci mette a disposizione dei computer, anche relativamente economici, che permettono di affrontare il video editing senza particolari problemi. Se il computer è abbastanza recente e almeno di media qualità non ci dovrebbero essere problemi particolari. Se il pc è un po' datato ed economico meglio fare qualche prova, installando un software di editing video e facendo qualche prova per vedere se regge o se bisogna pensare ad un acquisto di una macchina nuova.

Comunque se si pensa a video di una certa qualità (paragonabile a quelli professionali) potrebbero servire diverse cose:

  • un computer recente, possibilmente che abbia una scheda video dedicata (quelli economici hanno la scheda video integrata). Prima di acquistare il pc, se si pensa di fare video-editing, meglio controllare che ci sia una scheda video dedicata.
  • Una videocamera, o fotocamera che fa video, o webcam di qualità, o smartphone di qualità.
  • Un microfono (amplificato o non) se si vuole aggiungere audio (oltre a quello registrato dal video).
  • Un registratore portatile (o smartphone con microfono), se la videocamera è lontana dalla fonte audio (es persona che parla lontano dalla telecamera).
  • Un cavalletto, se si vuole ridurre le vibrazioni e se la scena permette una videocamera ferma.
  • Accessori per migliorare la scena: luci, teli, ecc.

Editing video professionale[modifica]

In questo caso l'operatore deve poter lavorare con programmi professionali un po' più esigenti dal punto di vista dell'hardware e quindi si richiede l'acquisto di videocamera professionale e un computer dedicato. Ma non è lo scopo di questo libro.

Chi si dedica al video editing a livello professionale deve approfondire conoscenze in diversi ambiti, tra i quali:

  • L'informatica, in particolare la conoscenza delle configurazioni hardware adatte all'elaborazione di dati video, la capacità di ottimizzare le prestazioni del computer, e, naturalmente, la conoscenza di software specifici per l'editing video (programmi di montaggio non lineare, compositing, fotoritocco, audio editing e authoring);
  • La teoria del montaggio, ovvero le stesse conoscenze che stanno alla base del montaggio cinematografico, sviluppate a partire dagli inizi del XX secolo e che sono giunte a definire un vero e proprio linguaggio;
  • La fotografia cinematografica, ovvero la composizione del quadro attraverso il mezzo audiovisivo, il significato dell'illuminazione, l'accostamento dei colori. A questo si aggiunge anche la capacità di utilizzare strumenti software per correggere e ritoccare il colore nel video.
  • Elementi di regia, in particolare il significato delle varie inquadrature, la teoria dei campi e dei piani, il concetto di montaggio in macchina.
  • L'elettronica degli audiovisivi, ovvero la conoscenza delle tecnologie elettroniche alla base del prodotto audiovisivo e della sua distribuzione, le differenze tra i vari formati video analogici e digitali, gli strumenti che permettono di interfacciare il girato con i programmi di montaggio.