C/Appendice/Librerie standard

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
< C
Jump to navigation Jump to search
CopertinaC/Copertina
IndiceC/Indice

La libreria C ANSI standard consiste in 24 header file C che possono essere inclusi nel progetto di un programmatore con una singola direttiva.

Di questi, 15 fanno parte della normativa ANSI che venne pubblicata nel 1989 (chiamata C89), 3 vennero aggiunti con il Normative Amendment 1 (NA1), ratificato nel 1995, e gli ultimi 6 vennero aggiunti nel 1999 con una ulteriore aggiunta allo standard ANSI (C99).

Libreria degli header file del C ANSI (C89)[modifica]

Nome Descrizione
<assert.h> Contiene la macro assert, utilizzata per identificare errori logici ed altri tipi di bug nelle versioni di debug di un programma.
<ctype.h> Questo header file contiene funzioni usate per classificare i caratteri in base ai loro tipi o per convertirli da maiuscoli a minuscoli, indipendentemente dal set di caratteri utilizzato (tipicamente ASCII, ma esistono anche implementezioni che usano l'EBCDIC).
<errno.h> Per testare i codici di errore restituiti dalle funzioni di libreria.
<float.h> Contiene delle costanti definite che indicano le proprietà specifiche dell'implementazione della libreria in virgola mobile, come ad esempio la minima differenza tra due numeri in virgola mobile (_EPSILON), il massimo numero di cifre significative (_DIG) e l'intervallo di numeri che possono essere rappresentati (_MIN, _MAX).
<limits.h> Contiene delle costanti definite che indicano le proprietà specifiche dell'implementazione dei tipi interi, come l'intervallo dei numeri rappresentabili (_MIN, _MAX).
<locale.h> Per setlocale() e le costanti relative. Utilizzato per scegliere il codice locale adatto.
<math.h> Per le funzioni matematiche comuni.
<setjmp.h> Dichiara setjmp/longjmp, utilizzate per salti non locali.
<signal.h> Per controllare varie condizioni d'eccezione.
<stdarg.h> Utilizzato da funzioni che accettano un numero variabile di parametri.
<stddef.h> Per definire vari tipi e macro utili.
<stdio.h> Fornisce le funzionalità basilari di input/output del C. Questo file include il prototipo della venerabile funzione printf.
<stdlib.h> Per eseguire un gran numero di operazioni, tra cui conversioni, numeri pseudocasuali, allocazione di memoria, controllo del processo, variabili d'ambiente, segnali, ricerca ed ordinamento.
<string.h> Per manipolare le stringhe.
<time.h> Per convertire tra vari formati di data e ora.

Aggiunte del NA1[modifica]

Nome Descrizione
<iso646.h> Per programmare nel set di caratteri ISO 646.
<wchar.h> Per manipolare stream o stringhe contenenti caratteri estesi - fondamentale per supportare una lunga serie di lingue con caratteri non occidentali.
<wctype.h> Per la classificazione dei caratteri estesi.

Aggiunte del C99[modifica]

Nome Descrizione
<complex.h> Un gruppo di funzioni usate per manipolare numeri complessi.
<inttypes.h> Per effettuare conversioni precise tra i tipi interi.
<fenv.h> Per controllare l'ambiente in virgola mobile.
<stdbool.h> Per un tipo di dato booleano.
<stdint.h> Per definire vari tipi interi.
<tgmath.h> Funzioni matematiche utilizzabili indipendentemente dal tipo dell'argomento.