Gastroenterologia/GERD

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Reflusso del contenuto gastrico nell esofago. Questo processo avviene all'incirca 50 volte in condizioni fisiologiche nell'arco di 24 h, ma nel caso in cui sia più frequente è indice di una patologia.

Eziopatogenesi[modifica]

Sintomi[modifica]

I sintomi possono essere riscontrati sia nell'apparato digerente sia nell'apparato respiratorio. E di conseguenza vengono divisi in:

  • Esofagei (bruciore di stomaco, rigurgito , dolore retrosternale, difficoltà a deglutire)
  • Extra esofagei (modificazioni delle corde vocali, spasmi laringei, tosse asmatica)

Diagnosi[modifica]

La diagnosi in primo luogo è clinica in base ai sintomi, può essere confermata attraverso varie metodiche che aiutano anche nella ricerca di complicazioni. Le può utilizzate sono le seguenti:

  • Endoscopia, per valutare il danno epiteliale a livello esofageo
  • Manometria esofagea, che valuta normalmente nell'arco di un'ora (eccezionalmente per più tempo) la presenza e le eventuali problematiche della peristalsi (primaria o secondaria) ed il tono del SEI (sfintere esofageo inferiore)

Terapia[modifica]

La prima terapia è comportamentale, rimuovendo i fattori predisponenti dalla dieta, in particolare tutti gli alcolici, l'uso di due cuscini a letto, almeno per 4 mesi. In seguito si valuta l'opportunità di una terapia di tipo farmacologico (uso di antiacidi tampone o antisecretori).