Insubre/Coniugazioni particolari

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Sua maestà il verbo essere.

ind. presente imperativo ind. imperfetto ind. futuro cong. presente cong. passato condizionale
mì son(t) - mì séri/sévi mì saróo (che) mì sìa (che) mì fudèssi/fùssi mì sarìa/sarìss/sarìssi
tì te sé(t) che te sìet! tì te séret/sévet tì te saré(t) (che) tì te sìet (che) tì te fudèsset/fùsset tì te sarìet/sarìsset
lù l'è che el sìa! lù l'éra/éva lù el sarà (che) lù el sìa (che) lù el fudèss/fùss lù el sarìa/sarìss
nun sèmm sìom! nun sérom/sévom nun sarèmm (che) nun sìom (che) nun fudèssom/fùssom nun sarìom/sarìssom
violter sìi sìi! violter sérov/sévov violter sarii (che) violter sìi (che) violter fudèssov/fùssov violter sarìov/sarìssov
lor hìnn che sìen! lor éren lor sarànn (che) lor sìen (che) lor fudèssen/fùssen lor sarìen/sarìssen
infinito gerundio participio
vèss - stàa
  • La t alla prima persona è eufonica.
  • La forma con v al posto di r all'imperfetto è arcaica o dialettale.
  • Come detto nell'introduzione alla I coniugazione, le desinenze -om e -ov possono essere sostituite da -em e -ev.
  • La h di hinn non va letta in quanto non fonetica ma pseudoetimologica.


Sua altezza il verbo avere.

Si tratta di un verbo molto particolare. Oltre ad essere abbastanza irregolare nella coniugazione, presenta sempre, come se fosse parte integrante del verbo, quando ha il significato di "possedere" o "dovere", il pronome neutro ghe (encl. -gh).

ind. presente imperativo ind. imperfetto ind. futuro cong. presente cong. passato condizionale
mì gh'hoo - mì gh'avévi/évi/éri mì gh'avaróo (che) mì gh'àbia (che) mì gh'avèssi mì gh'avarìa/avarìss/avarìssi
tì te gh'hé(t) àbigh! tì te gh'avévet/évet/éret tì te gh'avaré(t) (che) tì te gh'àbiet (che) tì te gh'avèsset tì te gh'avarìet/avarìsset
lù el gh'hà che el gh'àbia! lù el gh'avéva/éva/éra lù el gh'avarà (che) lù el gh'àbia (che) lù el gh'avèss lù el gh'avarìa/avarìss
nun gh'hèmm - nun gh'avévom/évom/érom nun gh'avarèmm (che) nun gh'àbiom (che) nun gh'avèssom nun gh'avarìom/avarìssom
violter gh'avìi/hii - violter gh'avévov/évov/érov violter gh'avarìi (che) violter gh'àbiov (che) violter gh'avèssov violter gh'avarìov/avarìssov
lor gh'hann - lor gh'avéven/éven/éren lor gh'avarànn (che) lor gh'àbien (che) lor gh'avèssen lor gh'avarìen/avarìssen
infinito gerundio participio
(a)vègh avéndegh avùu
  • Notare che le forme monosillabiche presentano una h etimologica, dal latino habeo. Teoricamente questo verbo potrebbe essere collocato nella II coniugazione (avègh).
  • Dell'imperfetto esiste una forma contratta ed una forma, ricavata da quest'ultima, che utilizza la r al posto della v in analogia con il verbo essere. Comunque, in città la forma più usata è quella di base.
  • Attenzione!!!: la particella ghe/-gh va sempre tolta quando il verbo viene utilizzato come ausiliare!


Il verbo (fare).

ind. presente imperativo ind. imperfetto ind. futuro cong. presente cong. passato condizionale
mì foo - mì fasévi mì faróo (che) mì faga (che) mì fasèssi mì farìa/farìss/farìssi
tì te fé(t) che te fàghet! tì te fasévet tì te faré(t) (che) tì te fàghet (che) tì te fasèsset tì te farìet/farìsset
lù el fà che el faga! lù el faséva lù el farà (che) lù el faga (che) lù el fasèss lù el farìa/farìss
nun fèmm fèmm! nun fasévom nun farèmm (che) nun fàgom/fèmm (che) nun fasèssom nun farìom/farìssom
violter fìi fìi/fée! violter fasévov violter farii (che) violter fìi (che) violter fasèssov violter farìov/farìssov
lor fànn che fàghen! lor faséven lor farànn (che) lor fàghen (che) lor fasèssen lor farìen/farìssen
infinito gerundio participio
fasénd(o) fàa
  • La coniugazione regolare dell'imperfetto secondo la I coniugazione è presente solo a livello basso popolare.
  • La prima persona in -oo, in tutti i verbi che la posseggono, può essere pronunciata /u:/ od /o:/ a seconda dei dialetti.

savè, toeu, dì, andà