Le farfalle diurne del Parco del Curone/Ciclo biologico della farfalla

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Il ciclo biologico delle farfalle[modifica]

Un bruco grasso e piccoletto,un po’ verde e un po’marrone ,striscia su una foglia. Una farfalla con le ali color argento a disegni neri passa volando accanto al cespuglio. La farfalla e il bruco non si assomigliano affatto anche se sono lo stesso tipo di animale. Anzi, sono lo stesso animale perché il bruco è una farfalla non ancora cresciuta. Alcuni bruchi si attaccano al tronco degli alberi e si avvolgono tutti nella seta che fabbricano all'interno del loro corpo. Questa coperta di seta che li ricopre si chiama bozzolo. Altri bruchi si appendono a testa in giù ai rami di un albero. I loro corpi si ricoprono di un guscio duro .Altri bruchi infine penetrano scavando nel terreno. Nel bozzolo, nel guscio o nella terra i bruchi che in estate sui rami e tra le foglie sono larve di farfalle. Le farfalle depongono le uova da cui nascono i bruchi. Il bruco passa le sue prime settima di vita mangiando, in continuazione per crescere. Poi un giorno è pronto per il grande cambiamento. I bruchi dormono per la maggior parte dell’estate e si sveglia alla fine della stagione. Altri dormono anche durante l’inverno e si svegliano in primavera. Quando il bruco si sveglia dal suo lungo sonno è completamente cambiato. Esce all'aperto rompendo il bozzolo di seta o strisciando fuori dal suo rifugio sotterraneo. Non è più il bruco grasso con le zampe corte. Adesso ha 6 zampe e 2 lunghe antenne. Le piccole escrescenze che aveva sulla schiena si sono ingrandite e trasformate in 2 grandi ali. Il piccolo bruco strisciante è diventato una creatura che vola :una farfalla o una falena.