Le farfalle diurne del parco del Curone/Le farfalle crescono

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Fuori dall'uovo[modifica]

Io sono un bruco. Cresco nel mio piccolo uovo giallo, minuscolo come un puntino. Mia madre è una farfalla. Un giorno sarò come lei. È ora di uscire. Così mi rosicchio un buchino sull’uovo. Scivolo fuori. Finalmente libero!


Sto crescendo[modifica]

Qui ho una settimana. Ogni giorno cresco un po’. Che fame! Misericordia! Perfino la mia pelle ormai mi sta stretta! Questa pelle vecchia! Meglio buttarla via! Ecco pronta quella nuova! Pelle nuova, vita nuova!

Quante gambe[modifica]

A due settimane ho delle belle strisce! Ma quante gambe ho? Contiamo: 6 braccia e 10 gambe!

Chi l'ha visto[modifica]

A tre settimane sto rosicchiando la mia pianta preferita. È proprio comoda questa divisa a strisce. Nessuno riesce a vedermi! E quando incontro un nemico lo spavento col mio corno giallo.

Cambiamenti[modifica]

Adesso ho quattro settimane e sono un bruco grande e grosso. Ma come sto cambiando! Non sono più un bruco. Adesso sono una crisalide.

Volare![modifica]

A sette settimane esco dalla mia crisalide e sono una farfalla! Poveri alucce nuove tutte stropiccia e bagnaticce! Eccole finalmente asciutte e stupende! Ali per volare!!

Nel sole=[modifica]

Ho 8 settimane e ormai sono adulta. Le mie ali sono forti; posso volare tra i fiori. La mia lingua lunga e appuntita mi serve per succhiare il nettare.