Lombardo per ragazzi/Suoni del lombardo

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Grosso modo, si può descrivere la fonetica del lombardo partendo da quella italiana e aggiungendo qualcosa. Vediamo questi qualcosa:

Vocali[modifica]

Le vocali italiane sono molte meno di quelle lombarde. Principalmente il lombardo aggiunge le vocali ö e ü, ma esistono anche le vocali lunghe, presenti anche in tedesco. Vediamo uno schema vocalico della lingua lombarda:

Vocali e semivocali
IPA Ortografia classica Ortografia moderna
/a/ a à
/e/ e é
/ɛ/ e è
/i/ i ì
/o/ o ó
/ɔ/ o ò
/ø/ oeu/eu ö
/u/ ô/ó/ou ù
/y/ u ü
/j/ j/i i
/w/ ô/ó/ou u
/ɥ/ u ü

Consonanti[modifica]

Il sistema consonantico lombardo aggiunge principalmente il dittongo s'c, usato ad esempio nella parola s'cena, ossia schiena. In pratica di pronuncia una s e poi si pronuncia, staccandola, una c dolce (come quella di cera). Senza questo stacco, invece di dire schiena, direste scena.

Altra aggiunta è la "s'g", che si pronuncia come la "s'c", ma sostituendo alla c dolce una g dolce.

Si aggiunge, inoltre, il dittongo sg, che si pronuncia coma la j francese.