Osservare il cielo/Costellazioni estive: verso oriente

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
1leftarrow.png Modulo precedente

Verso il centro della Via Lattea

1uparrow.png Torna a

Costellazioni estive

1rightarrow.png Modulo successivo

Il transito dei pianeti

La costellazione di Orione

CopertinaOsservare il cielo/Copertina
Riconoscere stelle e costellazioni
  1. Prima di iniziareOsservare il cielo/Prima di iniziare
  2. Imparare gli allineamentiOsservare il cielo/Imparare gli allineamenti
  3. Costellazioni circumpolariOsservare il cielo/Costellazioni circumpolari
  4. Costellazioni estiveOsservare il cielo/Costellazioni estive
  5. Costellazioni autunnaliOsservare il cielo/Costellazioni autunnali
  6. Costellazioni invernaliOsservare il cielo/Costellazioni invernali
  7. Costellazioni primaveriliOsservare il cielo/Costellazioni primaverili
  8. Costellazioni australiOsservare il cielo/Costellazioni australi
Oltre le stelle
  1. Il transito dei pianetiOsservare il cielo/Il transito dei pianeti
  2. Oggetti del profondo cieloOsservare il cielo/Gli oggetti del profondo cielo
Gli strumenti di osservazione
  1. Osservare con il binocoloOsservare il cielo/Osservare con il binocolo
  2. Osservare al telescopioOsservare il cielo/Osservare al telescopio
Appendici

Costellazioni da individuare:

  • Capricorno
  • Acquario
  • Pegaso
  • Andromeda


Il Capricorno[modifica]

Il Capricorno

La costellazione del Capricorno è una figura tipica della fine dell'estate: sebbene si trovi nell'emisfero australe, rimane comunque abbastanza alta sopra l'orizzonte; si trova ad est della Via Lattea e prende il posto del Sagittario in direzione sud verso i mesi di agosto e settembre.

Per individuarla, ci si può aiutare con la costellazione dell'Aquila e con la stella Altair, nel modo indicato nella mappa: collegando Altair alla stella θ Aquilae e prolungando nella stessa direzione circa due volte, si arriva nel centro del Capricorno.

Alle estremità orientale e occidentale della costellazione sono presenti due coppie di stelle di terza magnitudine, collegate fra loro da due allineamenti di stelle di quarta, che delimitano la figura dell'animale mitologico che la costellazione intende rappresentare: una capra con la coda di pesce.

Un binocolo consente di scoprire che la stella Al Giedi, una delle più brillanti della costellazione, è una stella doppia.

Trovare l'Acquario[modifica]

Trovare l'Acquario
L'Acquario

La costellazione dell'Acquario è una delle figure tipiche del cielo autunnale; sta quasi completamente nell'emisfero australe, ed è di dimensioni notevoli. Mentre in autunno recuperare questa costellazione è relativamente semplice, grazie alla presenza di stelle luminose appartenenti a costellazioni adiacenti, in estate, quando ancora queste stelle non sono al di sopra dell'orizzonte, occorre seguire degli allineamenti un po' più complessi.

Un buon metodo è quello di partire dalla costellazione del Capricorno, in particolare dall'ultima stella della coda, Deneb Algiedi. Questa stella costituisce il vertice meridionale di un triangolo "quasi" rettangolo, in cui le altre due componenti sono due stelle della stessa luminosità della prima (immagine a sinistra).

Una volta individuate queste due stelle, che sono le più brillanti dell'Acquario, è facile notare, ad est di queste, un piccolo asterismo a forma di "Y" rovesciata, le cui componenti sono di quarta magnitudine; questo gruppo rappresenta l'urna dell'acquario.

Trovate queste stelle, individuare il resto della costellazione non presenta grosse difficoltà, a patto che si disponga di un cielo nitido e possibilmente senza Luna.

Il Quadrato di Pegaso[modifica]

Pegaso
Pegaso

Il Quadrato di Pegaso è la più caratteristica delle costellazioni autunnali, nonché la figura dominante in quel periodo dell'anno; tuttavia, essendo nell'emisfero boreale, è ben osservabile anche in altri periodi dell'anno, già a partire dal mese di luglio, quando è visibile ad oriente.

Il Quadrato di Pegaso è un asterismo di grandi dimensioni e di forma quasi perfettamente quadrata, formata da quattro stelle di seconda magnitudine, e costituisce il corpo della costellazione di Pegaso, la quale, oltre al quadrato, è segnata anche da altre stelle, collegate nella mappa a fianco in rosa. Pegaso sta a nord di Capricorno e Acquario e ad est del Triangolo Estivo e della Via Lattea.

La costellazione di Pegaso è di grandi dimensioni; rappresenta il cavallo alato della mitologia greca e nel cielo boreale appare capovolto; la testa è rappresentata dalla stella Enif, una delle più brillanti della costellazione.

Andromeda[modifica]

Andromeda

La costellazione di Andromeda appare come un prolungamento di stelle che parte dal Quadrato di Pegaso, verso oriente; sebbene sia una costellazione autunnale, la sua posizione settentrionale fa sì che sia visibile anche a partire dalla metà dell'estate.

Per individuarla, occorre fare riferimento alla stella del vertice nord-orientale del Quadrato di Pegaso: in realtà questa stella non appartiene alla costellazione di Pegaso, ma è la stella α di quella di Andromeda. Da qui parte una concatenazione di stelle disposte leggermente ad arco, verso nord-est, che segna il corpo di Andromeda, che secondo la mitologia era figlia di Re Cefeo e di Cassiopea.

In questa costellazione è presente la celebre Galassia di Andromeda, una galassia spirale di grandi dimensioni molto vicina alla nostra Via Lattea.

A nord di Andromeda si trova la costellazione di Cassiopea, la cui sagoma a zig-zag è ben riconoscibile durante tutto l'anno.