A scuola con metodo/Imparare a ricercare

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Usare bene le nuove tecnologie[modifica]

Uno degli aspetti più significativi del nostro tempo è l'irruzione delle tecnologie informatiche nelle attività tradizionalmente legate ai libri. In tutte le scuole ormai ci sono ebook, lavagne interattive, registri elettronici e sempre più spesso i docenti si affidano alla rete per ricercare materiale didattico. Anche la vita degli studenti è cambiata con l'introduzione delle nuove tecnologie.

Attraverso programmi di videoscrittura è possibile redigere testi con meno fatica, producendo un risultato fruibile da parte di più persone. Questo tipo di programma fornisce inoltre svariati strumenti per personalizzare il testo, collegando, attraverso collegamenti ipertestuali, due o più documenti diversi.

Esistono inoltre particolari tecnologie che permettono la scrittura collaborativa in rete di un unico documento condiviso. Ciò è possibile mediante Google drive o le piattaforme wiki.

Come effettuare una ricerca in rete[modifica]

La rete ha spianato la strada agli studenti, permettendo loro di abbandonare le vecchie enciclopedie cartacee per lavori di ricerca e apprendimento.

I motori di ricerca presenti in Internet sono risorse indispensabili per cercare informazioni e documenti di qualsiasi tipo.Tuttavia occorre tenere a mente che questi motori funzionano meccanicamente; essi infatti reagiscono alle parole-chiave secondo regole generali. È sconsigliato inserire nella barra di ricerca espressioni lunghe perché le ricerche potrebbero risultare poco produttive. Oggi è assolutamente consigliabile per gli studenti o comunque per i fruitori della rete valutare la qualità dell’informazione scelta distinguendo i contributi culturalmente validi da quelli scadenti.

I criteri di affidabilità di una fonte sono diversi e possono essere così sintetizzati:

  1. Serietà: la fonte deve essere corredata di informazioni accurate, aggiornate, approfondite, corrette;
  2. Coerenza: le informazioni non devono essere in contraddizione tra di loro;
  3. Autorevolezza: l'autore deve essere autorevole, ossia deve avere meriti scinetifici;
  4. Completezza: le informazioni devono tener conto di punti di vista diversi, identificabili per data e autore, con rimandi ad altre fonti;
  5. Chiarezza: le informazioni devono essere semplici, ma chiare.

[1]

Note[modifica]

  1. E. Clemente, R.Danieli, F. Innocenti, La mente e l'albero: corso integrato di psicologia e pedagogia, Torino, Paravia, 2014.