Astrologia occidentale/Segni zodiacali

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Segni zodiacali o costellazioni?[modifica]

Per orientarsi nell'osservazione dei pianeti e nell'osservazione del cielo in generale, gli antichi raggrupparono le stelle visibili e apparentemente vicine in costellazioni immaginando che fossero rappresentazioni e a ogni costellazione diedero il nome di una figura mitologica. In particolare i pianeti sembrano muoversi in una fascia abbastanza ristretta di costellazioni; dato che le costellazioni che occupano questa fascia nella tradizione greca hanno quasi tutte il nome di un animale mitologico, la fascia venne chiamata zodiaco.

Già i Babilonesi divisero questa fascia in dodici parti uguali, ognuna delle quali è chiamata segno zodiacale; nell'astrologia occidentale, erede dell'astrologia greca, il punto d'inizio per calcolare i segni zodiacali è l'equinozio di primavera. In realtà le costellazioni dello zodiaco non sono di ampiezza esattamente uguale, per cui per convenzione gli astrologi greci diedero a ognuna di queste dodici suddivisioni il nome della costellazione che grossomodo occupava il segno zodiacale corrispondente. Al giorno d'oggi, dato che culturalmente le due discipline sono ormai distinte, diciamo che la costellazione è un concetto astronomico mentre il segno zodiacale è un concetto astrologico.

Questa distinzione concettuale è fondamentale per comprendere una delle critiche che vengono portate da alcune persone nei confronti dell'astrologia occidentale; infatti a causa del fenomeno della precessione degli equinozi si è venuta a perdere la corrispondenza tra il segno zodiacale e la costellazione da cui ha preso il nome. Tradizionalmente infatti nell'astrologia si continua per esempio a chiamare "Ariete" il primo segno zodiacale mentre in realtà sulla volta celeste questo segno zodiacale corrisponde ormai quasi precisamente alla costellazione dei Pesci; alcune persone fanno notare pure che, sempre a causa dei movimenti dell'asse terrestre, anche la costellazione di Ofiuco ora fa parte della fascia dello zodiaco astronomico.

In realtà dal punto di vista dell'astrologia occidentale non ha importanza la costellazione sulla sfera celeste ma ha importanza il movimento dei pianeti all'interno dei vari segni zodiacali; infatti è questo movimento che si ritiene abbia influenze soprannaturali sulla Terra e non la presenza delle stelle fisse sullo sfondo. La tradizione che porta a chiamare ancora "Ariete" il primo segno zodiacale anche se da secoli non corrisponde più alla costellazione dell'Ariete è analoga alla tradizione che porta a chiamare ancora "settembre" il nono mese del calendario gregoriano anche se da secoli non corrisponde più al settimo mese dell'anno.

I simboli con cui sono indicati i dodici segni zodiacali corrispondono ai simboli delle costellazioni da cui hanno preso il nome, in quanto sono nati quando astrologia e astronomia erano ancora unite.

Segno zodiacale Simbolo Unicode Significato del simbolo
Ariete Aries.svg ♈ (U+2648) Il muso e le corna di un ariete.
Toro Taurus.svg ♉ (U+2649) La testa e le corna di un toro.
Gemelli Gemini.svg ♊ (U+264A) Stilizzazione del numero II scritto con il sistema di numerazione romano. I gemelli della mitologia sono Castore e Polluce.
Cancro Cancer.svg ♋ (U+264B) Le chele di un granchio (anticamente chiamato anche cancro).
Leone Leo.svg ♌ (U+264C) La testa e la criniera di un leone.
Vergine Virgo.svg ♍ (U+264D) Le braccia di una fanciulla che portano un covone di grano. In latino "virgo" significa "fanciulla".
Bilancia Libra.svg ♎ (U+264E) Una bilancia sospesa a bracci uguali.
Scorpione Scorpio.svg ♏ (U+264F) Le zampe e la coda di uno scorpione.
Sagittario Sagittarius.svg ♐ (U+2650) Arco e freccia di un arciere (anticamente chiamato anche sagittario). L'arciere mitologico rappresentato dalla costellazione è un centauro.
Capricorno Capricorn.svg ♑ (U+2651) Il capricorno era un animale mitologico con la parte anteriore del corpo a forma di capra e quella posteriore a forma di pesce; il simbolo rappresenta le corna e la coda.
Aquario Aquarius.svg ♒ (U+2652) Increspature sulla superficie dell'acqua. La costellazione rappresenta Ganimede, il coppiere degli Dei. Il nome della costellazione generalmente è "Aquario" senza "cq" e il nome del segno zodiacale rispecchia la stessa grafia; comunque scrivere "Acquario" è ugualmente corretto.
Pesci Pisces.svg ♓ (U+2653) Due pesci legati insieme. Nelle rappresentazioni figurative i pesci nuotano in direzioni opposte.

Segnare le posizioni[modifica]

Una volta stabilito di suddividere lo zodiaco astrologico nei dodici segni zodiacali si è poi deciso (fin dai tempi dell'astrologia babilonese) di suddividere ogni segno zodiacale in 30 gradi; è notevole come questa convenzione antichissima si rifletta ancora oggi nella misura degli angoli: il cerchio zodiacale è infatti suddiviso in 360 gradi esattamente come nella geometria.

A questo punto per ogni oggetto che si muova all'interno dello zodiaco si può identificare il segno zodiacale in cui si trova in un dato momento e all'interno del segno zodiacale si può identificare il grado esatto; si rappresenta dunque la posizione di un pianeta o di un altro oggetto o punto astrologico indicandone il grado e il segno zodiacale. Ci sono diverse convenzioni per rappresentare le posizioni, una abbastanza comune è quella di scrivere il simbolo del segno zodiacale subito dopo il numero: ad esempio "19 ♒" indica la posizione del diciannovesimo grado di Aquario.

Con l'evoluzione dell'astronomia oggi è possibile calcolare le posizioni con precisione sempre maggione; anche in astrologia è dunque possibile al giorno d'oggi trovare indicazioni più precise rispetto al grado. Per convenzione, come in geometria ogni grado è suddiviso in 60 minuti primi (o semplicemente "primi") e ogni minuto primo è suddiviso in 60 minuti secondi (o semplicemente "secondi"); generalmente se la misura arriva solamente ai minuti primi può trovarsi scritta per esempio "7 ♉ 21" per indicare una posizione a sette gradi e ventun primi nel segno del Toro, mentre se la misura arriva anche ai minuti secondi si trovano scritti anche l'apice singolo per indicare i primi e il doppio apice per indicare i secondi, ad esempio "20 ♋ 38′ 56″" indica la posizione di 20 gradi, 38 primi e 56 secondi nel segno del Cancro.

Quando si vuole segnare la posizione numerica anche su una carta astrologica il segno zodiacale si desume direttamente dalla carta; in questi casi la misura può essere indicata solamente con l'indicazione del grado ("25") oppure indicando i primi come apice del grado: ad esempio "1306" indica la posizione di 13 gradi e 6 primi nel segno zodiacale adiacente al punto in cui è segnata la misurazione.