Bivona/Le chiese/Chiesa madre chiaramontana

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Template:Coord Template:Infobox edifici religiosi La chiesa madre chiaramontana è un antico edificio religioso del comune siciliano di Bivona, in provincia di Agrigento. È l'antica chiesa madre del paese, della quale oggi rimane solo il portale della facciata principale, esempio dell'architettura tardo-gotica della Sicilia nell'ambito dei domini della famiglia Chiaramonte.

La fondazione della chiesa[modifica]

Fairytale waring.png Questa sezione è ancora vuota; aiutaci a scriverla!

Il terremoto[modifica]

Fairytale waring.png Questa sezione è ancora vuota; aiutaci a scriverla!

Pianta della chiesa[modifica]

La pianta dell'edificio si può ricostruire grazie:

  • ai verbali delle visite pastorali, a partire dal Cinquecento in poi;
  • ad alcune antiche fotografie risalenti alla fine dell'Ottocento e all'inizio del Novecento;
  • alla planimetria di Bivona del 1949.

La chiesa aveva un impianto basilicale ed era divisa da solidi pilastri quadrangolari (probabilmente in numero di 6) in tre navate, quella centrale, di larghezza doppia di ciascuna delle due navate laterali.

L'abside era probabilmente di forma poligonale ed era sormontata da una cubula, cioè da una piccola cupola. Nelle navate laterali un certo numero di archi era collegati con i pilastri centrali: da questi si sviluppava il sistema degli archi acuti longitudinali e trasversali.

La chiesa, con prospetto principale ad occidente, era inoltre dotata di un campanile a pianta quadrangolarenell'angolo nord della facciata. Nel muro settentrionale dell'edificio si apriva una porta laterale, mentre la sagrestia era posta nell'angolo nord-est della chiesa.

Dimensioni[modifica]

Chiesa madre chiaramontana di Bivona all'inizio del Novecento

L'edificio, sulla base dei verbali delle visite pastorali, misurava circa 36,5 metri di lunghezza, 16,5 metri di larghezza e 7,6 metri d'altezza (a livello delle due navate laterali).

Bibliografia[modifica]

  • Antonino Marrone, Storia delle Comunità Religiose e degli edifici sacri di Bivona, Comune di Bivona, 1997.

Voci correlate[modifica]