Bivona

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Bivona
Sommario
Categoria · Copertina · Bibliografia · Sviluppo · modifica il template
il paese | la storia | i monumenti | il Ducato | il circondario storico | le chiese
la Santuzza | le personalità legate alla città | lo Stemma Comunale | i Sindaci
il Castello | i monti | la Diga Castello | la stazione meteo
il dialetto | la vita religiosa | la comunità ebraica | la località: Santa Filomena | le tradizioni

Bivona (pronuncia IPA: [biˈvoːna], Vivona in siciliano) è un comune italiano di 3.992 abitanti della provincia di Agrigento in Sicilia.

Bivona dista 66 km dal capoluogo di provincia (Agrigento), e 88 km dal capoluogo di Regione (Palermo). Bivona è un piccolo centro montano, circondato dai Monti Sicani, famoso per la coltivazione della pesca, che costituisce la coltura più diffusa in tutto il territorio circostante, e il cui periodo di maturazione e raccolta va dalla seconda metà di luglio alla seconda metà di settembre.

Il paese si trova al centro di un'ampia area, caratterizzata dalla presenza di numerosi comuni, e vanta una storia secolare che l'ha resa uno dei maggiori centri feudali della Sicilia durante i secoli XV e XVI, facendole raggiungere il titolo di ducato nel 1554 (Bivona fu la prima città siciliana ad essere stata elevata a ducato) e che tuttora la rende la principale cittadina tra i centri limitrofi dell'alto agrigentino e tra quelli dell'entroterra palermitano.

La presenza di numerose scuole e istituti superiori la rende meta di studi di tantissimi giovani dei paesi circostanti. Bivona è inoltre la città in cui è attestato il culto più antico, di cui si abbia testimonianza, di Santa Rosalia, la santa patrona di Palermo.

Altri progetti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]