Calcio/Introduzione

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Questo sport è stato inventato nei primi anni dell'8cento nel Regno Unito ma si pensa anche che possa essere un sport ben più antico viene anche considerato lo sport più bello del mondo.

Campo da gioco[modifica]

Il calcio, nella sua variante canonica principale, si gioca su un campo rettangolare di dimensioni leggermente variabili ma attualmente attestate mediamente sui 105x65 m. Il manto erboso puo' essere naturale o, da qualche anno, artificiale; negli USA sono stati ampiamente sperimentati ed abbandonati i campi in erba sintetica in quanto aumentando il grip degli atleti favoriscono una decelerazione troppo repentina che, scaricando velocemente a terra attraverso gli arti l'inerzia degli sportivi, favorisce enormemente gli infortuni, al contrario dell'erba naturale che produce un effetto di lievissimo scivolamento non replicabile.
Il Terreno viene delimitato ai lati da righe bianche tracciate con pigmenti bianchi (solitamente in gesso o vernice), ed è caratterizzato da due portali rettangolari (comunemente porta da calcio) muniti di reti nella parte posteriore ed esterna al terreno di gioco. Si gioca attivamente sul campo con l'uso di una sfera (comunemente pallone da calcio).

Scopo del gioco[modifica]

Lo scopo del gioco è di far entrare la sfera (originariamente una palla di cuoio) nella porta avversaria, delimitata da due pali verticali congiunti da una traversa superiore che li unisce.
La regola principale che caratterizza e differenzia questo sport rispetto al Rugby e Pallamano è che la palla non può essere colpita con braccia e mani; per lo più si usano i piedi ma ogni altra parte del corpo è ammessa. Il giocatore deputato al ruolo di portiere è l'unico che può toccare il pallone con le mani, ma solo all'interno della propria area di rigore (un rettangolo prospiciente la porta delimitato anch'esso da righe bianche).

Ruoli[modifica]

Sono 4 i principali ruoli del calcio: il portiere, il difensore, il centrocampista; l'attaccante. Poi vi è un ulteriore ruolo, che in genere è ricoperto da un centrocampista, ed è il ruolo di "regista", anche se nei tempi moderni si sta un po' perdendo. Per la descrizione delle singole posizioni in campo e delle varianti si rimanda alle pagine specifiche.
I giocatori vengono messi in campo secondo delle tattiche, oggi comunemente indicate con tre o più numeri (4-4-2 o 3-5-2, ad esempio) anche se per correttezza i moduli dovrebbero essere indicati cosi' 1-4-4-2 o 1-3-5-2) e fino agli anni cinquanta designate da termini quali Metodo, Sistema, Piramide.

Durata del gioco[modifica]

Le partite della variante canonica principale del calcio durano novanta minuti e sono suddivise in due frazioni (comunemente tempi) di quarantacinque minuti ciascuna, intervallati da un periodo di riposo di circa quindici minuti. Prima della fine dei due tempi, il giudice di gioco (comunemente l'arbitro) decide se concedere alcuni minuti di estensione (comunemente definito recupero) come parziale contropartita al tempo perso per sostituzioni (30 secondi per ognuna di esse), infortuni (almeno un minuto per ogni intervento dei sanitari) o quant'altro si verifichi durante il gioco e sia causa di arresto temporaneo della partita. Il tempo di gioco effettivo è sempre inferiore a quarantacinque minuti poiché il cronometro ufficiale non può essere mai fermato, in caso contrario la partita viene sospesa temporaneamente e ripresa, nel conteggio del tempo, dal momento della sospensione. In caso di impossibilità di proseguire normalmente il gioco essa può essere definitivamente sospesa. L'arbitro è anche il cronometrista ufficiale della partita.

Casi particolari[modifica]

In competizioni che prevedono l'eliminazione diretta ed esigono un vincitore, attualmente si ricorre di solito a tempi supplementari (due di quindici minuti ciascuno) e, in caso di ulteriore parità, si passa ai tiri di rigore per stabilire il vincitore. Precedentemente era in vigore un sistema casuale per determinare la squadra vincente basato sul lancio di una monetina(il cosiddetto "testa o croce").

Varianti principali[modifica]

Alcune varianti nel meccanismo dei tempi supplementari, introdotte dalla seconda metà degli anni '90 prevedono il silver gol: cioè la squadra che riesce a terminare in vantaggio il primo tempo supplementare si aggiudica l'incontro senza bisogno di disputare il secondo tempo supplementare, ed il golden gol, ovvero la prima squadra che segna nei supplementari si aggiudica l'incontro e la partita finisce immediatamente. Queste modifiche regolamentari sono state abolite nel 2004.
Degne di nota sono anche le varianti che riguardano il numero dei giocatori schierati, in numero di 7 (calcio a sette) o di 8 (calcio a 8) in voga tra i giovani e dilettanti, ma soprattutto in numero di 5 (calcetto) (calcio a cinque) nella forma tra le più popolari e seguite delle varianti emergenti.

Diffusione[modifica]

Il calcio si gioca a livello professionistico in tutto il mondo. Milioni di persone vanno regolarmente allo stadio per seguire la propria squadra del cuore, ed altrettante persone guardano la partita in televisione. C'è anche un elevatissimo numero di persone che gioca al calcio a livello amatoriale. Non c'è dubbio che la popolarità di questo sport continui a crescere continuamente. In Africa, Asia e Stati Uniti l'interesse sta sbocciando negli ultimi anni. Non a caso, nel 2010 il Sudafrica ha ospitato la manifestazione più grande e prestigiosa del calcio: i Mondiali di calcio.

Altri progetti[modifica]