Imprese spaziali/Altri stati/Cina

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

SJ-1 ( 1971 )[modifica]

Conosciuta anche come Shi Jian, questa sonda cinese fa parte di una serie di apparecchi tutti recanti la stessa sigla ( cambia il numero ) messi in orbita attorno alla Terra a scopo di ricerche scientifiche e tecnologiche. Fu lanciata il 3 marzo 1971 montata su un razzo DFH-1. Il sistema telemetrico di cui era dotata continuò a funzionare normalmente per 8 anni, grazie all’alimentazione fornita da sofisticate celle solari. Nel giugno del 1979 la sonda rientrò in atmosfera e si disintegrò.

La sonda monitorò lo spazio intorno alla Terra con la sua strumentazione che comprendeva, tra l’altro, un magnetometro, un detentore di raggi X e raggi cosmici, oltre alla già menzionata telemetria.

SJ-2 ( 1980 )[modifica]

SJ-2 fu lanciata il 20 settembre 1980 per condurre esperimenti nello spazio attorno alla Terra. Aveva forma esagonale e pesava 257 Kg. Era equipaggiata con 4 pannelli solari. A bordo aveva un sensore per raggi X solari, un sensore per raggi ultravioletti , vari magnetometri e un radiometro per infrarossi. I dati venivano trasmessi a terra quando la sonda si trovava a passare sopra la stazione ricevente in Cina. Insieme alla sonda, sul razzo vettore FB-1 vennero sistemati anche due satelliti-pallone ( SJ-2A e SJ-2B ). Il lancio di tre satelliti sullo stesso vettore fu considerato un grosso successo nel campo dei lanci spaziali.

SJ-3 (1985)[modifica]

SJ-3 era un satellite destinato allo studio scientifico della Terra. La missione fu cancellata.

SJ-4 (1994)[modifica]

SJ-4 fu lanciato l’8 febbraio 1994 per studiare la magnetosfera, lo spazio intorno alla Terra, gli effetti di radiazione e le tecniche di protezione dalle radiazioni stesse. Tra i principali strumenti, a bordo si trovava un rivelatore di elettroni ad alta energia ed un sensore al plasma. La sonda fu lanciata con successo su razzo vettore CZ-3A ( al suo primo lancio ); pesava 397 Kg.