Primo soccorso: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
{{Primo soccorso/Prestare attenzione|testo=Se le crisi convulsorie si ripetono, il soggetto è a grave rischio di vita!}}
Le crisi epilettiche, molto semplicisticamente, consistono in "scariche" incontrollate dei moto-neuroni cerebrali che portano il soggetto alla perdita del controllo muscolar/nervoso volontario con conseguenti convulsioni.
Se ci si trova di fronte ad una persona con crisi epilettica, ciò che si può fare non è molto ma di fondamentale importanza. Bisogna accompagnare il soggetto nella caduta, per evitare che si provochi danni ingenti, posizionareposizionando eventualmente un cuscino o altro sostegno sotto la nuca e qualcosa che gli eviti di mordersi la lungua.
Spostare qualsiasi oggetto presente nell'ambiente che possa essere urtato durante la crisi ed attendere che essa finisca, mai tentare di immobilizzare il soggetto durante le convulsioni!
Una cosa molto importante da sapere è che la crisi epilettica porta allo sfinimento fisico il soggetto, che comunque durante l'attacco è incosciente. Alla fine della crisi può capitare che la il soggetto abbia un rilassamento degli sfinteri e che non riesca a contenere feci o urina, in tal caso evitate commenti denigratori, è importantissimo un supporto psicologico adeguato.
Utente anonimo

Menu di navigazione