Wikibooks:Vetrina/Segnalazioni/Baruch Spinoza

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Baruch Spinoza (inserimento)

vota

L'approfondimento e la qualità delle fonti che ci si aspetta da una tesi di laurea, in una prosa scorrevole e piacevole da leggere. --LoStrangolatore (discussione) 17:19, 16 ago 2012 (CEST)
Ringrazio molto LoStrangolatore per questa inaspettata candidatura. Senza il suo incoraggiamento e la sua garbata assistenza, questo wikilibro non avrebbe visto la luce. La mia maggiore preoccupazione è stata depovizzare le parti che, come in ogni tesi di laurea, spingevano verso un punto di vista piuttosto che un altro. Spero che, dopo aver tagliato e riscritto qua e là, il risultato sia davvero un testo che coniuga le qualità di una tesi di laurea alla trasparenza enciclopedica veicolata dai progetti di Wikimedia. Ovviamente sono ben accette critiche o suggerimenti ;-) --Spinoziano (disc.) 19:34, 18 ago 2012 (CEST)
SÌ vetrina
  1. Sono riuscito a leggere solo la presentazione, la conclusione e qualche capitolo, ma mi pare in generale ben scritta soprattutto pensando che è un riadattamento di una tesi di laurea. Da Vetrina. Raoli ๏̯͡๏ (disc.) 21:02, 17 set 2012 (CEST)
NO vetrina
  1. è francamente sbagliata l'ipotesi di partenza: l'idea di una "ricerca della verità" in cui la verità sia meta da raggiungere e addirittura tensione irrisolta ("volo interrotto", sic!) è l'esatto contrario della filosofia di Spinoza, per il quale l'assioma fondamentale era precisamente che Dio - ovvero l'unica sostanza, ovvero la natura, ovvero l'infinito, ovvero la verità ultima - è la cosa più chiara e conoscibile di tutte. Cfr. ad esempio: Etica, parte v, prop. 30: "la nostra mente, in quanto conosce sé e il Corpo sotto una specie di eternità, in tanto ha necessariamente la conoscenza di Dio, e sa che è in Dio e che è concepita per mezzo di Dio". Il precedente commento non firmato è stato inserito da 78.12.67.89 (discussioni |  email |  contributi | log), in data 14:15, 5 nov 2012.
Ciao collega filosofo ;) Se ti riferisci a quanto scritto nella mia presentazione, il tema della ricerca della verità è presente all'inizio della speculazione di Spinoza (vedi il capitolo L'emendazione dell'intelletto) e trova nell'Etica il suo compimento (in quest'opera la ricerca si dissolve, anzi non c'è ricerca, ma semplice esposizione - hai detto giusto), per poi doversi confrontare con la riflessione pratica del Trattato politico (vedi il capitolo La caduta pessimista e lo sguardo pratico). Questa è la parabola del pensiero di Spinoza come io l'ho studiata all'università, certo più articolata del monolite insegnato al liceo. Come avrai notato, tutto quello che è scritto nel libro riprende gli studi di spinozisti accreditati, ed è passato al vaglio di un relatore e di un correlatore, prima di essere sforbiciato, ad anni di distanza, per togliere i miei pareri personali e poter essere proposto come compendio didattico... :) Ovvio che resteranno sempre dibattiti, anche molto divergenti, sul pensiero di Spinoza, ma credo che questo libro offra un punto di partenza obiettivo per avere un quadro d'insieme... a presto --Spinoziano (disc.) 19:39, 5 nov 2012 (CET)

Suggerimenti e obiezioni

Risultati

Risultato votazione


Tipologie Voti % tot.
Pareri favorevoli 1 50%
Pareri contrari 1 50%
Totale votanti 2 100%


Non è stato raggiunto il quorum minimi di votanti, cioè 3. La votazione non è valida.