Algebra lineare e geometria analitica/Applicazioni lineari

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Definizione[modifica]

Siano e -spazi vettoriali. Definiamo gli omomorfismi tra gli spazi vettoriali che prendono il nome di applicazioni lineari.

Viewmag.png Definizione

Si dice applicazione lineare da a un omomorfismo tra i due spazi vettoriali, cioè una funzione che gode delle seguenti proprietà:

Nucleo ed immagine[modifica]

  • Nucleo: denotato con Ker f = insieme di vettori che l'applicazione lineare riduce al vettore nullo.
  • Immagine: Un vettore k' è nell'immagine se esiste un k tale che f(k) = k'.

Rango[modifica]

Teoremi[modifica]

  • data f: V -> W, si ha: dim Ker f + dim Im f = dim V
  • rango: rango = dim Im f; etc...
  • se f è iniettiva allora trasforma basi in basi
  • se il Ker f = {O} allora f è iniettiva.