Biologia per istituti tecnici/Il sistema linfatico

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Diamo uno sguardo generale al sistema linfatico

Descrizione generale[modifica]

È un circolo di vasi linfatici, al cui interno scorre un liquido (la linfa) che, alla fine del suo percorso viene immesso nel sangue.

La differenza tra la circolazione della linfa e la circolazione del sangue è che i vasi linfatici non formano un circuito chiuso, ne formano invece uno che funziona in un solo senso.

La linfa deriva dal liquido che si trova tra le cellule dei vari tessuti, dove avvengono scambi di sostanze nutritive e di scarto. Questo liquido proviene dai capillari e sono gli stessi capillari a riprenderselo per la maggior parte, ma non tutto e quello che rimane viene riassorbito dai vasi linfatici. Da qui, la linfa attraverserà vasi più grandi e sosterà nelle ghiandole linfatiche (linfonodi), dove verrà purificata dai batteri e altre particelle di rifiuto.

Nella parte sinistra del corpo, la linfa confluisce in una dilatazione chiamata Peque, mentre nella parte destra viene raggruppata e successivamente introdotta in una vena (vena succlavia).

I capillari linfatici

Capillari linfatici[modifica]

  • Trasportano e difendono (sorveglianza immunologica): filtrano la linfa, inoltre producono e fanno circolare dei linfociti (detti anche globuli bianchi o leucociti).
  • Stabilizzano l’ambiente idrico e prosciugano i liquidi presenti nei tessuti.

Linfa[modifica]

  • Liquido che trasporta e sostituisce le sostanze nutritive e quelle di scarto (ad esempio i grassi appena digeriti), trasportando i leucociti (globuli bianchi) nei capillari linfatici.

Nodo linfatico (linfonodo)[modifica]

  • Ripulisce e elimina le sostanze di rifiuto e gli agenti che possono provocare malattie infettive (microrganismi patogeni e le cellule maligne). Forma dei linfociti che qui stazionano in grandi quantità in attesa di intervenire in caso di infezione. Si trovano in varie parti del corpo, soprattutto nel collo, nelle ascelle, ma anche nell'intestino e nel torace. Sono presenti anche nell'inguine, dove sono attraversate dalla linfa che viene dagli arti inferiori e dai genitali esterni.

Tonsille[modifica]

Ecco dove sono posizionate le tonsille nella nostra bocca

Sono organi formati da un particolare tessuto (tessuto linfoide), il quale costituisce un anello protettivo nella bocca e nella faringe.

Svolgono una prima funzione di difesa dell’organismo, contro i batteri che possono infettare i tessuti del naso e della bocca.

Timo[modifica]

È un organo centrale e primario del sistema, si trova tra la metà del torace (circa) e il collo.

La rappresentazione del timo

Viene usato come sede di formazione dei linfociti, ancora prima della nascita del bambino nel quale è contenuto (in questo momento è grigiastro). Si ingrandisce fino alla pubertà, dopo di che inizia a indebolirsi nell'età adulta e contemporaneamente diventa giallastro per il grasso che sostituisce il tessuto linfoide.

Ha una importante funzione immunitaria: espellere alcune sostanze (es. timosina) che assicurano la corretta suddivisione dei linfociti durante le loro trasformazione in cellule.

La rappresentazione della milza e la sua posizione nel corpo dell'essere umano

Milza[modifica]

Si trova sotto del diaframma e di fianco al rene sinistro. È un organo linfoide che è come una grande ghiandola linfatica, nella quale si producono: linfociti, monociti e plasmacellule (diversi tipi di globuli bianchi). La milza svolge numerose funzioni:

  • Difesa: filtra i microrganismi presenti nel sangue.
  • Distruzione dei globuli rossi (emolisi): rimuove dal sangue i globuli rossi giunti al termine del loro ciclo vitale e le piastrine imperfette, immagazzinando il ferro e la globina in essi contenuti, che verranno poi inviati al midollo osseo e al fegato.
  • Riserva: la milza può contenere molto sangue (nei seni venosi).

La milza è rifornita di sangue dell'arteria lienale (o splenica).