Differenze tra le versioni di "Perl/Variabili vettori"

Jump to navigation Jump to search
m
Bot: apostrofo dopo l'articolo indeterminativo e modifiche minori
m (Bot: apostrofo dopo l'articolo indeterminativo e modifiche minori)
# che occupano le posizioni da 0 a 6 !
</source>
 
Per poter usare i valori dell'array occorre poter selezionare il dato singolo. Per far questo si utilizza il metodo dell'indice. L'indice rappresenta la posizione del dato.
Nel nostro caso la sintassi prevede l'uso delle parantesi quadre come identificatore dell'indice.
print "posizione 3 terzo array :$c[2]\n";
</source>
 
questo scriverà : 3 per il primo array, 1 per il secondo array, mercoledì per il terzo array.
 
print "numero di elementi di primo array e' : $numero_elementi\n";
</source>
 
Tuttavia esiste una sintassi specifica per sapere il valore dell'ultimo indice o per "forzare" la quantità di elementi di un array:
 
print "numero di elementi di primo array e' : $numero_elementi\n";
</source>
 
Mentre se si usa l'istruzione:
 
$#a = 10;
</source>
 
Ora @a ha ben 10 elementi, di scalari di valore undef.
 
#nel caso della notazione [ x , y , z ] si indicano gli elementi alla posizione x, y, z (nell'esempio sono 3, ma possono essere di più o di meno!).
#nel caso della notazione [ x .. y ] si indicano tutti gli elementi che vanno dall'elemento x a quello y.
Se gli elementi x e y sono numeri, la notazione indica tutti i numeri (distanziati da un' unità) che intercorrono fra x e y. Invece, nel caso di lettere (stringhe) sono tutti i caratteri fra la prima lettera (stringa) e l'altra: 'a' .. 'f' equivale ad a, b, c, d, e, f.
<source lang="perl">
@alfabeto = ('A' .. 'Z');
</source>
 
=== Funzioni per immettere informazioni nei vettori ===
 
Oltre ai metodi precedentemente esposti è possibile utilizzare delle funzioni che trattano i vettori come file dalle quali estrarre informazioni dall'inizio o dalla coda
Le funzioni sono push, pop, shift e unshift.
 
*''push'' e ''pop'' lavorano sulla "coda del treno".
*''shift'' e ''unshift'' lavorano sulla "testa del treno".
 
*''push'' mette le informazioni in fondo
*''pop'' estrae le informazioni dal fondo
*''shift'' estrae le informazioni dalla testa
*''unshift'' mette le informazioni dalla testa
 
<source lang="perl">
</source>
 
=== Da array a stringa e viceversa ===
Oltre al modo "puntatore" $nome[posizione] è possibile passare da una stringa ad un vettore utilizzando
due funzioni che trattano il vettore/stringa nel suo complesso:
</source>
 
'''NOTA''': se l'array passato non ha elementi torna una stringa vuota.
 
Mentre per split il discorso è più articolato in quanto come elemento separatore accetta una espressione regolare che al momento è prematuro introdurre.
</source>
 
=== Uso di qw/.../ ===
Come per gli scalari si è visto l'uso di q/.../ e qq/.../ così è stato introdotto per i vettori qw/.../.
In pratica consente di assegnare ad un vettore le singole stringhe separate da spazio presenti al posto dei puntini.
# si utilizzano le funzioni pop, push, shift, unshift per mettere togliere elementi
# si utilizzano le funzioni join, split per "passare" da stringa a vettore e viceversa
 
[[Categoria:Perl|Vettori]]
{{Avanzamento|75%|13 luglio 2008}}
3 150

contributi

Menu di navigazione