Swahili/Verbi al presente

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Obiettivi[modifica]

Questo capitolo introduce la declinazione dei verbi al tempo presente, con particolare riferimento alla classe di sostantivi m/wa.

Presente indicativo dei verbi[modifica]

Abbiamo già visto che il presente indicativo del verbo essere, sia nella forma positiva che in quella negata, è molto semplice, ed è uguale per tutte le persone. Si tratta però di un caso particolare; in generale, i verbi al presente indicativo si declinano secondo la persona e il numero, come in italiano. La regola è comunque molto semplice.

Innanzitutto, dato un verbo all'infinito (che è la forma che troverai di solito sui vocabolari), ricorda che esso è composto dal prefisso ku- seguito dalla radice verbale. Per declinare un verbo di cui conosci l'infinito devi innanzitutto ricavare questa radice eliminando il ku- iniziale. Alla radice devi poi aggiungere un prefisso in funzione della persona (prima, seconda, terza, singolare e plurale).

Ecco la tabella dei prefissi da usare:

Prefisso Significato
nina- prima persona singolare presente
una- seconda persona singolare presente
ana- terza persona singolare presente
tuna- prima persona plurale presente
mna- seconda persona plurale presente
wana- terza persona plurale presente

Nel memorizzare questa tabella è importante però ricordare che i prefissi delle terze persone (sia singolare che plurale) variano a seconda della classe del sostantivo che fa da soggetto del verbo. In questo capitolo, tutti i sostantivi che tratteremo sono di classe m/wa, e di conseguenza i verbi alla terza persona inizieranno con ana- o con wana- come indicato in tabella; ma questo non sarà vero sempre.

Un'altra considerazione che vale la pena fare in previsione di sviluppi futuri, è che le ultime due lettere dei prefissi che abbiamo indicato, -na-, servono a indicare che il verbo è al presente. Quando studieremo la declinazione dei verbi al passato o al futuro, il na verrà sostituito da un altro "infisso".

Vediamo ora la declinazione completa di un verbo al presente indicativo. Scegliamo il verbo kusoma, "imparare". Come abbiamo detto, il prefisso ku- indica l'infinito, e va eliminato per declinare il presente. Applicando i prefissi della tabella indicata sopra otteniamo:

Swahili Italiano
ninasoma imparo
unasoma impari
anasoma impara
tunasoma impariamo
mnasoma imparate
wanasoma imparano

Declinazione dei verbi monosillabici[modifica]

I verbi che hanno una radice monosillabica, come kula (radice -la), "mangiare", mantengono la particella ku quando vengono declinati. Di conseguenza:

Swahili Italiano
ninakula mangio
unakula mangi
anakula mangia
tunakula mangiamo
mnakula mangiate
wanakula mangiano

Un armamentario minimo di verbi[modifica]

Allo scopo di poter fare esempi ed esercizi, introduciamo ora un po' di verbi di uso comune. Ovviamente, sarà difficile impararli a memoria subito; fai quandi riferimento a questa tabella (o a un buon dizionario di swahili) ogni volta che ne hai bisogno.

Swahili Italiano
kuandika scrivere
kucheza giocare
kufanya fare
kuhitaji aver bisogno
kuishi vivere in (un certo posto)
kukula mangiare
kulala dormire
kulia piangere
kununua acquistare
kuona vedere
kupenda amare
kupika cucinare
kupumzika riposare
kusafiri viaggiare
kusema parlare
kusoma imparare
kutaka volere
kutoka venire da (un certo posto)

Esempi[modifica]

La seguente tabella presenta alcuni esempi di frase costruite facendo uso delle sole regole di grammatica viste finora. Puoi coprire la colonna di destra con un foglio (o una finestra se stai leggendo questo libro sul computer) e vedere se riesci a tradurre le frasi della colonna sinistra (o viceversa!)

Swahili Italiano
mimi ni mwalimu sono un maestro
Ali ni mwalimu wangu Ali è il mio maestro
yule ni mwanafunzi quello è uno studente
hawa ni wanafunzi questi sono studenti
wale ni watoto wangu quelli sono i miei figli (i miei bambini)
huyu ni mke wangu questa è mia moglie
wewe ni mmarekani tu sei americano
mwalimu wangu anatoka Tanzania il mio maestro viene dalla Tanzania
wamarekani wanatoka Mmarekani gli americani vengono dall'America
waswahili wanaishi Afrika ya Mashariki il popolo swahili vive in Africa orientale
mgeni anapumzika lo straniero si riposa
watoto wanalala salama i bambini fanno sonni tranquilli
wanafunzi wanasoma Kiingereza gli studenti imparano l'inglese
mini ninasema Kiswahili io parlo lo Swahili
wewe unasema Kiingereza? tu parli inglese?
wazee wanataka kupumzika gli anziani vogliono riposare
watoto wanapenda wanyama ai bambini piacciono gli animali
mimi ninapenda kula samaki mi piace mangiare il pesce
mke wangu ni mgeni; yeye anatoka Kenya mia moglie è straniera; viene dal Kenya

Come avrai notato, in swahili non si usano articoli; pertanto mwalimu può significare "il maestro" o "un maestro", e la differenza di può cogliere solo dal contesto. Inoltre, verbi come kutaka ("volere") o kupenda ("amare") possono reggere frasi subordinate all'infinito, in modo analogo all'italiano, come in ninataka kupumzika ("voglio riposare") o ninapenda kusema kiswahili ("mi piace parlare lo swahili").

Presente negato[modifica]

Come per il verbo essere, anche gli altri verbi hanno una forma negativa. Per identificare la regola che determina la costruzione di un verbo al presente negato, riprendiamo quella del presente positivo. Come si è detto, ogni forma verbale del presente positivo è costruita da tre elementi: un prefisso che dipende dal soggetto (persona e numero), un infisso -na- che identifica il presente positivo, e la radice del verbo. Per negare un verbo, si antepone un prefisso di negazione e si elimina l'infisso -na-. Il prefisso di negazione è si- per la prima persona, e in linea di principio ha- per tutte le altre. ha- però perde la a se questa si trova immediatamente prima di una vocale, sempre per un motivo di eufonia.

I prefissi del presente negato sono dunque (sempre con riferimento alla classe m/wa per le terze persone):

Prefisso Significato
si- (io non)
hu- (tu non)
ha- (egli/ella non)
hatu- (noi non)
ham- (voi non)
hawa- (essi non)

Oltre a modificare il prefisso, la negazione modifica la radice del verbo, sostituendo l'ultima lettera, in genere, con -i.

Swahili Italiano
sisomi non studio
husomi non studi
hasomi non studia
hatusomi non studiamo
hamsomi non studiate
hawasomi non studiano

Avrai notato che la maggior parte delle radici verbali terminano in -a; questi verbi sono quelli di origine bantu, a cui si applica la regola appena detta. I verbi che terminano con altre lettere, come safiri, sono in genere di origine araba o comunque non bantu; le loro radici rimangono invariate al negativo.

Swahili Italiano
sisafiri non viaggio
husafiri non viaggi
hasafiri non viaggia
hatusafiri non viaggiamo
hamsafiri non viaggiate
hawasafiri non viaggiano

Fare domande[modifica]

Negli esempi precedenti, avrai notato che per costruire una frase in forma interrogativa non si richiede una speciale costruzione; come in italiano (ma diversamente per esempio dall'inglese), la differenza sta tutta nel "?" finale o, parlando, nell'intonazione. Per rimarcare il fatto che una frase è interrogativa, volendo, puoi anteporre la parola je, che non ha traduzione in italiano (la si potrebbe forse rendere con "oh, ...").

Swahili Italiano
je, unasema Kiingereza? parli l'inglese?
je, huyu ni mtoto wangu? questo è tuo figlio?
je, unahitaji kupumzika? hai bisogno di riposarti?
je, unatoka Tanzania? vieni dalla Tanzania?
je, huyu ni mwalimu wako? questo è il tuo maestro?
je, wewe ni daktari? sei un dottore?
je, wale ni wanyama? quelli sono animali?
je, huyu ni mke wako? quella è tua moglie?

A proposito di domande: ndio significa "si", hapana "no"; e se non sei sicuro della risposta, certe volte può servire inategemea: "dipende". Ecco alcune possibili risposte alle domande di cui sopra:

Swahili (domanda) Italiano (domanda) Swahili (risposta) Italiano (risposta)
je, unasema Kiingereza? parli l'inglese? hapana, sisemi Kiingereza no, non parlo l'inglese
je, huyu ni mtoto wangu? questo è tuo figlio? hapana, yule si mtoto wangu no, quello non è mio figlio
je, unahitaji kupumzika? hai bisogno di riposarti? ndio, ninahitaji kupumzika si, ho bisogno di riposarmi
je, unatoka Tanzania? vieni dalla Tanzania? hapana, ninatoka Italia no, vengo dall'Italia
je, huyu ni mwalimu wako? questo è il tuo maestro? ndio, huyu ni mwalimu wangu si, questo è il mio maestro
je, wewe ni daktari? sei un dottore? hapana, mimi si daktari no, non sono dottore
je, wale ni wanyama? quelli sono animali? ndio, wale ni wanyama si, quelli sono animali
je, huyu ni mke wako? quella è tua moglie? ndio, huyu ni mke wangu si, questa è mia moglie