Biologia per istituti tecnici/Temperatura di fusione e di evaporazione dell'acqua

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Introduzione alla Biologia

  1. Esseri viventi e non viventiBiologia per istituti tecnici/Esseri viventi e non viventi
  2. L'acquaBiologia per istituti tecnici/L'acqua
  3. La varietà dei viventiBiologia per istituti tecnici/La varietà dei viventi
  4. Le molecole della vitaBiologia per istituti tecnici/Le molecole della vita

La cellula

  1. La varietà cellulareBiologia per istituti tecnici/La varietà cellulare
  2. La cellula eucarioteBiologia per istituti tecnici/La cellula eucariote
  3. Metabolismo cellulareBiologia per istituti tecnici/Metabolismo cellulare
  4. Laboratorio: osservazione della cellula al microscopio

La genetica

  1. DNA, cromosomi, geniBiologia per istituti tecnici/DNA, cromosomi, geni
  2. Dal DNA alla proteinaBiologia per istituti tecnici/Dal DNA alla proteina
  3. La trasmissione dei caratteriBiologia per istituti tecnici/La trasmissione dei caratteri
  4. L'evoluzione degli esseri viventi

IL CORPO UMANO
La circolazione

  1. L'apparato circolatorioBiologia per istituti tecnici/L'apparato circolatorio
  2. Malattie dell'apparato cardiocircolatorioBiologia per istituti tecnici/Malattie dell'apparato cardiocircolatorio
  3. Il sistema linfaticoBiologia per istituti tecnici/Il sistema linfatico
  4. La circolazione negli altri organismiBiologia per istituti tecnici/La circolazione negli altri organismi

La respirazione

  1. L'apparato respiratorioBiologia per istituti tecnici/L'apparato respiratorio
  2. Il tabagismoBiologia per istituti tecnici/Il tabagismo
  3. Malattie dell'apparato respiratorioBiologia per istituti tecnici/Malattie dell'apparato respiratorio
  4. La respirazione negli altri organismiBiologia per istituti tecnici/La respirazione negli altri organismi

La digestione

  1. L'apparato digerenteBiologia per istituti tecnici/L'apparato digerente
  2. La nutrizioneBiologia per istituti tecnici/La nutrizione
  3. Malattie dell'apparato digerente e disturbi del comportamento alimentareBiologia per istituti tecnici/Malattie dell'apparato digerente e disturbi del comportamento alimentare
  4. La digestione negli altri organismiBiologia per istituti tecnici/La digestione negli altri organismi

La riproduzione

  1. L'apparato riproduttore femminileBiologia per istituti tecnici/L'apparato riproduttore femminile
  2. Il ciclo mestrualeBiologia per istituti tecnici/Il ciclo mestruale
  3. L'apparato riproduttore maschileBiologia per istituti tecnici/L'apparato riproduttore maschile
  4. Metodi contraccettiviBiologia per istituti tecnici/Metodi contraccettivi

Il calore specifico di una sostanza è la quantità di calore necessaria per innalzare di 1°C la temperatura di 1g della sostanza stessa.1 cal fa innalzare di 1°C la temperatura di 1g di acqua, perciò il calore specifico dell'acqua è pari a 1 cal/g°C La temperatura di un liquido dipende dal movimento delle sue molecole: la temperatura cresce quando le molecole si muovono più rapidamente grazie all'energia fornita sotto forma di calore. Se però le molecole sono unite tra loro da legami intermolecolari, parte di questa energia viene spesa per sciogliere tali legami. L'innalzamento della temperatura dell'acqua liquida richiede una quantità grande di calore perché parte dell'energia fornita viene utilizzata per rompere i legami a idrogeno presenti tra le molecole del liquido.

Calore di fusione[modifica]

Il calore di fusione è una transizione di fase che trasforma un solido in un liquido. Il calore di fusione, di un corpo o di una sostanza, è la quantità di calore necessaria per elevare di 1°C un grammo di quel corpo o di quella sostanza. La temperatura alla quale questa trasformazione avviene è chiamata punto di fusione. Il calore di fusione dell'acqua è pari a 80cal/g; ciò significa che per fondere 1g di ghiaccio bisogna fornirgli 80 calorie.

Calore di evaporazione[modifica]

Il calore di evaporazione è considerato come la quantità di energia necessaria per far evaporare completamente 1 grammo di sostanza alla temperatura di ebollizione, cioè per trasformare l'acqua da liquida a gassosa. Perché avvenga questa trasformazione gran parte dell'energia fornita sotto forma di calore viene utilizzata per spezzare i legami a idrogeno. Tutto questo calore viene sottratto all'ambiente che si trova a contatto con l'acqua.