Giochi con carta e penna/Impiccato

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Nel gioco dell'impiccato i giocatori, a turno, prendono uno la parte del condannato e l'altro quella del boia. Il boia pensa ad una parola ed il condannato deve indovinarla per non finire sul patibolo.

Il boia disegna sul foglio dei trattini allineati in numero pari al numero delle lettere della parola segreta e vicino disegna un patibolo.

Il condannato deve indovinare, una alla volta, le lettere che compongono la parola. Se ne indovina una il boia la scrive sopra il trattino corrispondente. Se la lettera è contenuta più volte nella parola segreta, viene scritta su tutti i trattini corrispondenti.

Se la lettera detta dal condannato non è contenuta nella parola segreta, allora il boia disegna una parte del corpo del condannato appeso al patibolo, a cominciare dalla testa e proseguendo con il corpo, un braccio, l'altro braccio, una gamba ed infine l'altra gamba.

Dopo sei errori il condannato è tutto appeso al patibolo e perde la partita; se, invece, il condannato indovina tutte le lettere entro sei tentativi e quindi indovina la parola segreta, allora si salva dal patibolo e vince la partita.

Si può decidere che prima di cominciare la partita debbano già essere scritte delle lettere sui trattini, ad esempio l'iniziale e la finale della parola segreta.

Il grafico che segue rappresenta una partita nella quale il condannato non è riuscito ad indovinare la parola "rumore" ed ha perso.

Esempio di partita

Strategia[modifica]

  • Ricordarsi sempre che in una parola circa una lettera su tre è una vocale!
  • Conviene partire dalle lettere più usate nella lingua italiana, come la S o la E.