Wikijunior Dinosauri/Apatosaurus

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Apatosaurus
Dinosauri

Introduzione
Tyrannosaurus
Allosaurus
Velociraptor
Herrerasaurus
Apatosaurus
Brontosaurus
Ankylosaurus
Stegosaurus
Triceratops
Iguanodon
Pterosauri
Plesiosauri
Ittiosauri
Estinzione
Pangea
Fossili
Glossario

L' Apatosaurus e il brontosaurus sono stati ritenuti per molto tempo due dinosauri diversi. Mentre il primo è rimasto abbastanza sconosciuto al di fuori della comunità scientifica, il secondo ha subito acquistato una fama mondiale. Nel 1903 però si è capito che, in realtà, l'unico ritrovamento fossile del Brontosaurus era un esemplare di Apatosaurus e che quindi il Brontosaurus effettivamente non era mai esistito. Visto pero' che il nome "Brontosaurus" era molto più famoso e conosciuto, si è continuato a chiamare così l'"Apatosaurus". "Apatosaurus" significa "lucertola ingannatrice", mentre "Brontosaurus" significa "lucertola del tuono" (riferendosi al fragore che il suo movimento provocava sul terreno, data la mole). Entrambi questi termini indicano oggi lo stesso dinosauro.


Come furono scoperti?[modifica]

Nel 1877, Othniel Charles Marsh scoprì tre enormi vertebre negli Stati Uniti e chiamò questo dinosauro "Apatosaurus". In seguito lo stesso paleontologo trovò uno scheletro quasi completo e, sbagliando, credette si trattasse di una nuova specie e la chiamò "Brontosaurus". Come già detto, in seguito si è scoperto che invece questo scheletro apparteneva in realtà alla specie Apatosaurus.

Come erano?[modifica]

Gli Apatosauri sono sauropodi ('piede da lucertola') con la pianta delle zampe totalmente a contatto con il terreno (come i plantigradi moderni, es. l'orso) per sostenere al meglio possibile la loro straordinaria mole: infatti sono i dinosauri più pesanti mai apparsi; erano caratterizzati da coda e collo molto lunghi, per questo arrivavano addirittura a 25 metri di lunghezza e 8 di altezza.

Le teste dei "due" dinosauri di cui si credeva l'esistenza: la prima (in alto) quella dell'Apatosaurus, la seconda (in basso) quella del Brontosaurus. Oggi si sa che in realtà le due parole indicano lo stesso dinosauro, la cui testa doveva essere come quella in alto.

Erano dinosauri pesantissimi: tuttavia, per ragioni di equilibrio dei pesi e di resistenza, le vertebre erano di tipo diverso: pesanti, quasi piene, nella coda e schiena, tendevano ad alleggerirsi progressivamente verso la testa, rendendo i movimenti del collo più facili (immaginatevi lo sforzo di portare la testa a diversi metri di altezza con un collo così sottile!

La testa era invece piccola e la bocca debole. La velocità doveva essere buona, ma in ogni caso si trattava di bestie pesanti anche 40 t, come circa 10 elefanti, quindi non erano certo dei corridori velocissimi, e forse molto meno agili del pur più lungo Diplodoco, dalla sagoma molto più snella. Quello che potevano fare, quando attaccati, era di usare la loro possente coda come frusta, ma non erano né corazzati, né particolarmente armati. Soprattutto dovevano evitare di essere aggrediti al collo, piuttosto fragile, e peggio ancora alla testa. Il loro cervello era piccolo e questo non li aiutava a ragionare alla 'svelta'; ma resta il fatto che, anche con dinosauri predatori di tutto rispetto in giro, queste bestie prosperarono per decine di milioni di anni, per cui, in qualche modo, riuscivano a sopravvivere alle minacce. Molto probabilmente si muovevano in branchi e questo li aiutava, ma essendo ovipari dovevano probabilmente sorvegliare il nido fino alla nascita della prole (come è sicuro che facessero altri dinosauri) e magari allevarla: lasciare un piccolo Apatosauro in giro da solo, una volta nato, sarebbe stato per quest'ultimo un rischio mortale, non avendo nessuna capacità particolare di difesa contro degli aggressori.

Cosa mangiavano?[modifica]

Gli Apatosauri erano erbivori, si cibavano solo di foglie tenere a causa dei denti molto deboli. Essi erano una sorta di 'stomaci con le zampe', con un enorme addome tra il bacino e il torace, in cui i vegetali di cui si nutrivano, certamente di tipo fragile (i denti non indicano una dieta 'dura', e così spesso si è pensato che galleggiassero nei fiumi per nutrirsi di piante acquatiche), fermentavano e venivano digeriti placidamente. Dovevano essere una grande quantità per sostenere una bestia di questa massa, anche se era molto probabilmente a 'sangue freddo'.

Quando vissero?[modifica]

Durante il primo periodo Giurassico.

Dove vivevano?[modifica]

Esistevano tre specie diverse di Apatosaurus:

  • Apatosaurus Ajax. Di questa specie sono stati soltanto ritrovati un cranio e alcuni frammenti di scheletri.
  • Apatosaurus Excelsus. I sei scheletri di questa sottospecie sono stati rinvenuti negli Stati Uniti (in Wyoming, Oklahoma e Utah).
  • Apatosaurus Louisae. Si tratta degli Apatosauri più robusti. Sono stati rinvenuti in Colorado.


Cosa non conosciamo ancora di loro?[modifica]

Non sappiamo...

  • Se un certo scheletro, rinvenuto in Georgia, appartenga a questa specie o meno. Si tratta forse di un antenato dell'Apatosaurus? E come avrebbe fatto a spostarsi fino in America?

Vedi "Pangea".