Wizard101/Indizi per "altri" mondi

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Si sa che nella spirale sono presenti migliaia e migliaia di mondi. Tra tutti i mondi esistenti ne sono stati scoperti solo 11 di cui 4 ormai distrutti o antichi (Krokotopia, Rocca del Drago, Celestia e Azteca), visto che il gioco è in continuo aggiornamento, si pensa ne verranno introdotti altri. Nel gioco sono presenti alcuni indizi e interrogativi che farebbero pensare all'esistenza di altri mondi ancora non implementati. Ecco alcuni indizi presenti.

  • Il vostro personaggio avrà fin dall'inizio una dimora. All'inizio è una stanza semplice Nel dormitorio degli studenti a Ravenwood. Dal livello 15 è possibile acquistare una casa vera e propria. Tutte le case presenti nel gioco corrispondono ad un mondo esistente anche se non fanno parte di esso e sono delle isole fluttuanti nella spirale, quasi dei piccoli mondi a parte. Di tutte queste case però ne esiste una che sembra non appartenere ad un mondo esistente. È il Palazzo del Sultano, una dimora costosissima e grandissima molto particolare. Al suo interno infatti è presente una caverna che si rifà alla storia di Aladino e la lampada meravigliosa e del Genio. Sfregando la lampada all'interno della caverna esce il Genio che consegnerà al vostro personaggio dei doni (di solito un ingrediente per l'alchimia e uno spuntino animali) egli afferma che i suoi doni vengono dalle sabbie di "un mondo lontano" che chiaramente non è Krokotopia dato che la casa si ispira alla cultura del Medio Oriente.Si deduce quindi che il palazzo sia a tema del mondo:"Miraggio"
  • Anche molti personaggi sono avvolti ancora da un alone di mistero. Uno di questi è Carlos il direttore dell'arena PvP. Egli è un Unicorno umanoide, maestro dei duelli dalla provenienza sconosciuta. Ha infatti un accento spagnolo, e una passione per balli come tango e il flamenco fino ad ora incompatibili con tutte le culture dei mondi della Spirale. Carlos non è l'unico della sua razza presente nel gioco. Infatti anche se non fisicamente si conoscono almeno altri 3 Unicorni della "Spagna immaginaria" di Carlos. 2 sono presenti nel minigioco "Duello con Carlos" e sono una fanciulla ed un altro Unicorno che molto probabilmente è il rivale di Carlos che ha rapito la ragazza e contro cui Carlos deve combattere (sempre però nel minigioco). Si sa inoltre che la ragazza da salvare si chiama Francesca e dai fumetti "Abracadoodle" pubblicati nella pagina inglese del gioco si conosce il nome del rivale, Roberto, e il vero nome di Carlos: "Diego Santiago Quariquez Ramirez III". Molto probabilmente il nome Carlos gli è stato dato nella traduzione italiana. Un altro importante e misterioso Unicorno è presente nell'arena dei duelli sotto forma di statua. La si può comprare da Rolando Argentiero, un uomo che vende pezzi di arredamento per la casa acquistabili con biglietti arena, le monete guadagnate nel PvP. L'Unicorno si chiama Antonio, ed è molto probabilmente un "gentiluomo" della sua razza dal suo modo di vestire. È così importante che dei suoi mezzibusti sono presenti anche nella biblioteca di Wizard City anche se non si riesce a leggere il nome sulla targa. Perché sia così importante è un mistero ancora da svelare. A Wysteria è presente anche un altro unicorno, che però a differenza degli altri, non sembra avere origini spagnole, bensì francesi. Si chiama Jacques Mosquetaire. Ha un accento francese ed un'accesa rivalità nei confronti di Carlos. Anche lui è un maestro di spada come Carlos, ma a differenza dell'unicorno di Wizard City, ha il solito atteggiamento grottesco che accomuna tutti gli NPC del mondo di Wysteria, direttrice e professori compresi, anche se è uno dei pochi a presentare una certa serietà nel suo lavoro.
  • Inoltre, si sa, dalle parole del direttore De Merlis al momento della creazione del vostro personaggio, che nella Spirale è presente anche il nostro mondo, infatti egli dice al suo animale da compagnia, Gamma il gufo, che il vostro personaggio viene da un Reame lontano, da un mondo che neppure conosce la magia. Se la terra esistesse tra i mondi, però, sarebbe indubbiamente troppo grande. I mondi infatti hanno la grandezza di Città o poco più grandi. Tuttavia le parole di De Merlis sono puramente virtuali, egli infatti non solo non dice se il mondo da lui citato è effettivamente la Terra, un mondo inventato, oppure la vostra città, ma il discorso termina lì ed è ovviamente funzionale solo a spiegare le origini del vostro personaggio, altrimenti inspiegabili anche se ancora avvolte da un alone di mistero.