Orientamento/Descrizione punti

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search


Per aiutare l'atleta nella ricerca della lanterna, soprattutto nelle zone molto dettagliate, viene usata la descrizione punti, ovvero una tabella con vari dati, tra cui vicino a cosa è il punto e in che direzione rispetto ad esso: per esempio a est di una roccia, in un bosco fitto.

La descrizione punti è standardizzata a livello mondiale e reperibile integralmente in questo sito.

L'utilizzo[modifica]

La descrizione punti quasi sempre si trova stampata sulla cartina e nelle manifestazioni rilevanti anche su foglietti a parte, che vengono tenuti in un portadescrizione.

Durante la gara, in avvicinamento al punto o quando si è già arrivati, si può guardare o controllare per sicurezza.

Analisi[modifica]

Una descrizione punti

In questa sezione analizzeremo la descrizione a punti che si vede a sinistra:

La prima riga solitamente contiene il nome della manifestazione, ma in questo caso è un esempio e c'è scritto "descrizione punti" in polacco.

La seconda riga contiene in ordine la categoria di gara (M16), la lunghezza del percorso (4,1 kilometri) e il dislivello, cioè la salita minima da fare in gara (120 metri).

La terza riga illustra la posizione della partenza, in questo caso sentiero - bivio, quindi un bivio fra sentieri.

Dalla quarta alla tredicesima riga si descrivono i vari punti: nella prima colonna c'è il numero del punto (1, 2, 3 ...);
nella seconda il codice (cioè un numero disegnato sulla lanterna), molto importante per capire se si è arrivati giusti e non in un altro posto;
nella terza colonna, non sempre usata, si indica quale oggetto è, nel caso ce ne sia più di uno: nel 3° punto, ad esempio, è l'oggetto più a sud;
nelle quarta, quinta e sesta colonne ci sono gli oggetti in cui o vicino a cui si trova il punto: nel 1° un avvallamento (piccola valle), nel 2° un bivio di sentieri, nel 3° una buca, nel 4° una sella (fra due colline), nel 5° un naso (sporgenza del terreno, contrario dell'avvallamento), nel 6° una roccia, nel 7° un avvallamento poco pronunciato (piccolo, poco visibile), nell'8° un muretto, nel 9° un edificio e nel 10° un incrocio di sentieri;
nella settima colonna c'è la direzione rispetto all'oggetto del punto (ad est, a nord-ovest, più in basso...)
nell'ottava colonna, usata raramente, si indicano un punto di soccorso, un ristoro, un punto radio o TV (per le manifestazioni internazionali) o un controllo di vario tipo.

Nella quattordicesima riga si indica com'è lo sprint, cioè il percorso fra l'ultimo punto e l'arrivo. In questo caso sono 180 metri fettucciati (indicati), visibile per la linea tratteggiata.

La descrizione va letta orizzontalmente di punto in punto: il 7°, ad esempio, rappresenta l'avvallamento poco pronunciato più a sud-ovest.


Collegamenti esterni[modifica]



Orientamento
Bussola Descrizione punti Staffetta