Supercomputer/ETA10

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
  1. DefinizioneSupercomputer/Definizione
  2. StoriaSupercomputer/Storia
  3. Tassonomia di FlynnSupercomputer/Tassonomia di Flynn
  4. Calcolo paralleloSupercomputer/Calcolo parallelo
  5. HardwareSupercomputer/Hardware
  6. PipelineSupercomputer/Pipeline
  7. Processore vettorialeSupercomputer/Processore vettoriale
  8. CacheSupercomputer/Cache
  9. Uniform Memory AccessSupercomputer/Uniform Memory Access
  10. Non-Uniform Memory AccessSupercomputer/Non-Uniform Memory Access
  11. Raffreddamento a liquidiSupercomputer/Raffreddamento a liquidi
  12. RAIDSupercomputer/RAID
  13. SoftwareSupercomputer/Software
  14. Legge di AmdahlSupercomputer/Legge di Amdahl
  15. OccamSupercomputer/Occam
  16. MPISupercomputer/MPI
  17. PVMSupercomputer/PVM
  18. openMosixSupercomputer/openMosix
  19. Misura delle prestazioniSupercomputer/Misura delle prestazioni
  20. UtilizziSupercomputer/Utilizzi
  21. Elenco di computer: · Macchina AnaliticaSupercomputer/Macchina Analitica · ColumbiaSupercomputer/Columbia · ENIACSupercomputer/ENIAC · ILLIAC IVSupercomputer/ILLIAC IV · CDC 6600Supercomputer/CDC 6600 · CDC 7600Supercomputer/CDC 7600 · CDC CyberSupercomputer/CDC Cyber · CDC STAR-100Supercomputer/CDC STAR-100 · ETA10Supercomputer/ETA10 · TX-0Supercomputer/TX-0 · SAGESupercomputer/SAGE · Cray-1Supercomputer/Cray-1 · Cray-2Supercomputer/Cray-2 · Cray X-MPSupercomputer/Cray X-MP · IBM 7030Supercomputer/IBM 7030 · Zuse Z1Supercomputer/Zuse Z1 · Zuse Z2Supercomputer/Zuse Z2 · Zuse Z3Supercomputer/Zuse Z3 Elenco attuale dei 500 computer più potenti al mondo - TOP500Supercomputer/Elenco attuale dei 500 computer più potenti al mondo - TOP500

L'ETA10 era una linea di supercomputer sviluppati dalla ETA System (una divisione della Control Data Corporation) negli anni 80. La linea di supercomputer utilizzava lo stesso set di istruzioni del CDC Cyber 205.

Storia[modifica]

Dopo la divisione dalla CDC nel settembre del 1983 ETA si concentrò sullo sviluppo di computer con un ciclo di clock inferiore ai 10 nanosecondi. Questo obiettivo spinse ETA a sviluppare molte innovazioni. Tra queste ETA sviluppo sistemi di raffreddamento a liquido e utilizzo circuiti CMOS per i microprocessori.

L'ETA10 raggiunse gli obiettivi della società infatti sviluppava 10 gigaflops e molti modelli avevano un ciclo di clock di 7 nanosecondi, un ciclo molto ridotto per gli standard della metà degli anni 80. Nel 1989 l'ETA10-G/8 divenne il più potente computer del pianeta. Fu superato l'anno successivo dal NEC SX-3/44R.

Si presuppone che in seguito la società si fosse concentrata sul successore dell'ETA10 e cioè l'ETA30 in sistema in grado di sviluppare 30 gigaflops.

ETA venne reincorporata nella CDC e cessò di esistere come società il 17 aprile 1989.