Norvegese/Bokmål e Nynorsk

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Introduzione

  1. Bokmål e NynorskNorvegese/Bokmål e Nynorsk
  2. DialettiNorvegese/Dialetti

Basi

  1. L'alfabetoNorvegese/Alfabeto
  2. La pronunciaNorvegese/Pronuncia

Grammatica

  1. Il nomeNorvegese/Nomi
  2. L'aggettivo qualificativoNorvegese/Aggettivi qualificativi
  3. Gli aggettivi numeraliNorvegese/Numerali
  4. Il pronome personale e il pronome riflessivoNorvegese/Pronomi personali e riflessivi
  5. Il pronome e l'aggettivo possessivoNorvegese/Possessivi
  6. Il pronome e l'aggettivo dimostrativoNorvegese/Dimostrativi
  7. Il pronome relativoNorvegese/Pronomi relativi
  8. Il pronome interrogativoNorvegese/Pronomi interrogativi
  9. Il pronome e l'aggettivo indefinitoNorvegese/Indefiniti
  10. L'articoloNorvegese/Articoli
  11. Il verboNorvegese/Verbi
  12. Verbi irregolariNorvegese/Verbi/Irregolari
  13. La congiunzioneNorvegese/Congiunzioni
  14. L'avverbioNorvegese/Avverbi
  15. La preposizioneNorvegese/Preposizioni

Dialogo e frasi comuni

  1. PresentarsiNorvegese/Presentarsi
  2. SalutareNorvegese/Salutare
  3. RingraziareNorvegese/Ringraziare
  4. Testi didattici e frasi più comuniNorvegese/Testi didattici e frasi più comuni

Lessico

  1. AnimaliNorvegese/Animali
  2. NazionalitàNorvegese/Nazionalità
  3. Cibi e posti dove mangiareNorvegese/Cibi e posti dove mangiare
  4. Parti del corpoNorvegese/Parti del corpo
  5. I mesi e i giorni della settimanaNorvegese/I mesi e i giorni della settimana
  6. Elementi dell'ambiente naturaleNorvegese/Elementi dell'ambiente naturale
  7. EsoterismoNorvegese/Esoterismo

Esercizi

  1. PronunciaNorvegese/Esercizi/Pronuncia
  2. Il nomeNorvegese/Esercizi/Nomi
  3. L'aggettivo qualificativoNorvegese/Esercizi/Aggettivi qualificativi
  4. Gli aggettivi numeraliNorvegese/Esercizi/Numerali
  5. Il pronome personale e il pronome riflessivoNorvegese/Esercizi/Pronomi personali e riflessivi
  6. Il pronome e l'aggettivo possessivoNorvegese/Esercizi/Possessivi
  7. Il pronome e l'aggettivo dimostrativoNorvegese/Esercizi/Dimostrativi
  8. Il pronome relativoNorvegese/Esercizi/Pronomi relativi
  9. Il pronome interrogativoNorvegese/Esercizi/Pronomi interrogativi
  10. Il pronome e l'aggettivo indefinitoNorvegese/Esercizi/Indefiniti
  11. L'articoloNorvegese/Esercizi/Articoli
  12. Il verboNorvegese/Esercizi/Verbi
  13. La congiunzioneNorvegese/Esercizi/Congiunzioni
  14. L'avverbioNorvegese/Esercizi/Avverbi
  15. La preposizioneNorvegese/Esercizi/Preposizioni

Una questione difficile da capire per noi italiani è la definizione del norvegese. Noi siamo abituati al concetto di un italiano corretto, in scrittura e parlata; il norvegese, invece, ha una definizione più intricata. È bene sapere che i norvegesi possono avere opinioni molto forti ed emotive sull'argomento.

La lingua nazionale è stata ed è un oggetto di dibattito politico, e ha in alcune occasioni portato a rivolte di strada, come per la rinomina di Trondheim a Nidaros (il nome antico), poi commutata in Trondheim.

Ci sono due forme scritte, bokmål e nynorsk. La prima è un'evoluzione del danese usato fin dai tempi della dominazione danese, mentre il nynorsk è una lingua sintetizzata da Ivar Aasen, una figura di primo piano nella linguistica scandinava, a partire dai dialetti norvegesi, in particolare dalla Vestlandet (Bergen, Stavanger), dal 1830. Il motivo per cui un giovane studioso si mettesse in viaggio per sintetizzare una nuova lingua era dovuto essenzialmente alla necessità di trovare una lingua nazionale che non fosse una copia del danese (i vecchi dominatori).

Ufficialmente, bokmål e nynorsk sono due lingue paritetiche, e l'istruzione nelle scuole è nell'una o nell'altra a seconda della zona di istruzione; il nynorsk è generalmente associato alle zone interne, soprattutto alla Vestlandet; il bokmål è praticamente senza opposizione a Oslo e nella Østlandet. Gli studenti devono comunque avere una conoscenza almeno passiva dell'altra forma di scrittura. Il "nynorsk som sidemål" (nynorsk come lingua affiancata) è una materia odiata a scuola dagli allievi di Oslo quanto lo è il latino agli allievi italiani, per esempio, del liceo scientifico.