Finlandia/Città/Helsinki

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Bandiera Avanzamento: 100% (completo) Wikibook sulla Finlandia (copertina) Avanzamento: 100% (completo) Bandiera

Geografia (clima) | Storia | Economia (ambiente) (turismo) | Lingua (dettagli) | Arte | Sport | Città (Helsinki) (Oulu) (Rovaniemi) (Espoo) (Turku) (Tampere)

stazione dei treni di Helsinki

Helsinki (Helsingfors in svedese) è una città finlandese di 565.138 abitanti, situata nella regione dell'Uusimaa e capitale della Finlandia. La città è bilingue, e le lingue ufficiali sono il finlandese e lo svedese.

A Helsinki hanno sede il parlamento, il governo, un'università e le sedi dei vescovi evangelico-luterano, cattolico e russo-ortodosso. È situata al sud del Paese sul Mar Baltico, precisamente sul Golfo di Finlandia, di fronte alla capitale estone Tallinn, e si estende su più isole.

Storia[modifica]

Helsinki venne fondata nel 1550 su ordine del re svedese Gustav Vasa con il nome di Helsingfors. L'intento originale fu quello di edificare una città per consolidare il commercio nella parte meridionale della Finlandia, e destabilizzare la potenza economica e commerciale della città di Tallinn, che all'epoca era il principale centro economico della regione.

Con la conquista dell'Estonia, inclusa Tallinn, da parte della Svezia, cessò la necessità di espandere la città, ed Helsinki rimase un villaggio per i secoli seguenti. Nel 1748 il governo svedese iniziò la costruzione della fortezza di Sveaborg (Suomenlinna in finlandese), come protezione contro l'espansionismo russo.

Dopo che la sovranità della Finlandia passò alla Russia, nel 1809, lo zar Alessandro I di Russia decise di spostare la capitale della regione da Turku a Helsinki nel 1812, in quanto la relativa scarsa influenza svedese sulla città, e la vicinanza a San Pietroburgo avrebbe reso il controllo sul governo locale più semplice.

Per ridurre ulteriormente l'influenza svedese nella regione, nel 1827 fu spostata da Turku a Helsinki l'unica università del paese. Questo fatto consolidò il nuovo ruolo della città provocando una rapida crescita della popolazione e dello sviluppo urbanistico. Dal 1918 è capitale della repubblica indipendente della Finlandia.

Trasporti[modifica]

Oggi Helsinki è l'unica città della Finlandia ad utilizzare tram o metropolitana. In passato altre due città fecero uso di tram: Turku, che ne abbandonò l'uso nel 1972, e Vyborg, ora in Russia, che ne terminò l'utilizzo nel 1957. La linea metropolitana, inaugurata nel 1982, è la prima ed unica linea metropolitana del paese e rimase tale fino al 1998, quando fu ampliata e ramificata in due linee diverse.

Helsinki è il centro ferroviario principale della Finlandia meridionale, ed è collegato a tutti i principali centri del paese e con la Lapponia. Sono inoltre presenti collegamenti giornalieri con San Pietroburgo e Mosca.

L'aeroporto internazionale che serve la città si trova a Vantaa, a circa 20 km dal centro cittadino. Inoltre è presente anche un aeroporto minore, quello di Malmi per collegamenti interni.

Turismo[modifica]

Helsinki viene considerata una città del classicismo. Esempi ne sono la cattedrale, il vecchio senato e l'università. Si trova pure architettura moderna, come ad esempio la stazione centrale, in stile moderno, o la casa dei concerti Finlandia.

Ma la principale attrazione di Helsinki è l'aspetto paesaggistico: la città infatti si estende su un gran numero di isolotti collegati alla terraferma da traghetti o ponti. Helsinki è immersa nel verde d'estate e nel bianco d'inverno. Pur non essendo direttamente nel circolo polare artico, ad Helsinki si può ammirare, per alcune settimane durante l'anno, il fenomeno dell'aurora boreale.

Panorama di Helsinki