Finlandia/Città/Tampere

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Bandiera Avanzamento: 100% (completo) Wikibook sulla Finlandia (copertina) Avanzamento: 100% (completo) Bandiera

Geografia (clima) | Storia | Economia (ambiente) (turismo) | Lingua (dettagli) | Arte | Sport | Città (Helsinki) (Oulu) (Rovaniemi) (Espoo) (Turku) (Tampere)

Keskustori

Tampere (Tammerfors in svedese) è una città finlandese di 206.480 abitanti, situata nella regione del Pirkanmaa.

È la terza città più popolosa del paese nonché la più popolosa città nordica priva di accessi sul mare ed è la città più popolosa della provincia della Finlandia occidentale pur non essendone il capoluogo.

Storia[modifica]

Nel Medioevo, la zona di Tampere era abitata dalla tribù dei Pirrka, che esigeva il pagamento di tributi dalle popolazioni locali spingendosi a nord fino alla Lapponia. All'epoca, la città consisteva in una serie di tenute amministrate dai proprietari svedesi, che si estendevano attorno alle foreste e ai due laghi che circondano Tampere.

L'odierna città fu fondata nel 1779, durante il regno di Gustavo III di Svezia. Nel XIX secolo, le rapide di Tampere, o Tammerkoski, che oggi costituiscono una ricca fonte di energia idroelettrica, furono fondamentali per lo sviluppo dell' industria tessile. Tra gli investitori finlandesi e stranieri che presero d'assalto la città figura l'industriale scozzese James Finlayson, che vi fondò un cotonificio nel 1820. La Rivoluzione russa del 1917 acuì l'interesse per il socialismo tra la nutrita classe operaia di Tampere. La città divenne così la capitale dei "rossi" durante la guerra civile, che scoppiò dopo la dichiarazione d'indipendenza della Finlandia. tutto ok