Scienze della Terra per le superiori/Le falde acquifere

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Definizione[modifica]

Le falde acquifere sono masse d’acqua che imbevono il sottosuolo saturandone i vuoti. Possono essere di due tipi: falde freatiche o falde artesiane.

Falda artesiana

Falda freatica[modifica]

Falde libere o freatiche: attraversano orizzontalmente il terreno e sono alimentate dalle acque di percolazione. La massa d’acqua si muove lentamente fino a sfociare in corsi superficiali oppure riapparire in superficie come sorgente. Il livello superiore della falda non è costante, durante la stagione piovosa il livello dell’acqua infatti sale. Per utilizzare l’acqua di falda è necessario scavare pozzi dai quali poterla ricavare. Quando il livello della falda è a pochi centimetri di profondità l’acqua risale verso l’alto per capillarità. Questo fenomeno avviene soprattutto nelle zone di pianura (es. Pianura Padana).

Falda artesiana[modifica]

Falde artesiane:  con “Falde artesiane” si intende un corpo idrico costituito dall'acqua che occupa un certo quantitativo di rocce e sedimenti sfruttandone le fessure o i pori tra le particelle circondato da materiali impermeabili anche superiormente, sono quindi sottoposte a una pressione che è maggiore di quella atmosferica.

Quando la falda incontra zone termali[modifica]

L’acqua sotterranea può emergere dal sottosuolo originando le sorgenti. Sono dette termali le acque che sorgono da sorgenti a temperatura piuttosto elevata. Sono ricchissime di Sali e gas e servono per riscaldarsi. I geyser sono un tipo particolare di sorgente termale intermittente, a elevate profondità le acque si surriscaldano, raggiungendo temperature al di sopra di 100°C. Le acque surriscaldate risalgono verso la superficie terrestre attraverso le fratture delle rocce, in parte trasformandosi in vapore che viene espulso, assieme all'acqua, con violenza in superficie.

L’acqua di falda e di sorgente durante il contatto con le rocce del sottosuolo di arricchisce di sali grazie al suo potere assorbente. Le acque provenienti da grandi profondità sono “pure”. Le acque sotterranee e sorgenti sono un’importante riserva di acqua potabile.