Scienze della Terra per le superiori/Rappresentazione della superficie terrestre

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search


L'uomo ha bisogno di rappresentare la superficie terrestre per diversi motivi: trasporti commerciali, turismo, conoscenza, organizzazione. Fino a pochi decenni questa esigenza era risolta costruendo carte geografiche cartacee di vario tipo. Ora, grazie alle moderne tecnologie e moderni dispositivi elettronici, si usano sempre più spesso delle carte interattive in formato digitale.
Vediamo quindi che cos'è una carta geografica.

Le carte geografiche[modifica]

Una carta geografica è una rappresentazione della superficie terrestre (tutta o di parte di essa). La superficie terrestre è curva, mentre una carta geografica è piana: per questo motivo il passaggio da una superficie curva ad una piana introduce inevitabilmente degli errori.


Una carta geografica possiede sempre tre caratteristiche:

  • È approssimata, poiché l'adattamento da sferico a piano comporta delle deformazioni. Bisogna quindi decidere quali caratteristiche mantenere, confrontando carta geografica e realtà, e quali no.
  • È simbolica: le carte usano simboli e colori per rappresentare le diverse caratteristiche.
  • È ridotta: per praticità una carta geografica rappresenta il territorio rimpicciolito, non avrebbe senso una carta geografica delle stesse dimensioni della territorio, non sarebbe pratica. Si usa quindi una scala di riduzione.


In base alle suddette caratteristiche le carte vengono classificate come indicato qui sotto.

Tipi di carte in base all'approssimazione[modifica]

Si decide quali caratteristiche mantenere, confrontando carta geografica e realtà, e quali no. Solo il globo non ha approssimazione poiché è sferico.

  • Carte equivalenti: mantengono costanti le proporzioni fra le aree. Ad esempio se nella realtà la superficie dell'Austria fosse 4 volte quella della Slovenia, anche nella carta (equivalente) si ritroverebbe questa proporzione.
  • Carte equidistanti: mantengono costanti le proporzioni fra distanze. Ad esempio se la distanza Roma-Napoli è tre volte la distanza Roma-L'Aquila anche sulla carta (equidistante) si ritroverebbe questo rapporto.
  • Carte isogone (o conformi): mantengono gli stessi angoli che si ritrovano nella realtà, in pratica mantiene le forme delle varie superfici.

Tipi di carte in base ai simbolismi usati[modifica]

Ogni carta deve essere dotata di una legenda che permette di capire il significato dei simboli e dei colori utilizzati. I tipi più importanti sono:

  • Carte generali
    • fisiche: illustrano le caratteristiche fisiche del territorio: montagne, fiumi, profondità marine, pianure, ecc.
    • politiche: danno importanza ad aspetti introdotti dall'uomo: città, strade, ferrovie, confini, ecc.
  • Carte tematiche/speciali: evidenziano particolari caratteristiche, ad esempio le precipitazioni, la temperatura, il numero di abitanti, il consumo di energia, eventi storici, ecc.

Tipi di carte in base alla scala[modifica]

Una scala è un rapporto numerico, es. 1:50, che esprime quanto un oggetto (in questo caso la carta geografica) è più piccolo o più grande rispetto all'orginale. Ad esempio si può disegnare una cellula in scala 1500:1, significa che la cellula del disegno è 1500 più grande della realtà, oppure si può costruire il modellino di una automobile in scala 1:100, e significa che il modellino è 100 volte più piccolo della realtà. La scala può essere rappresentata anche graficamente. Esiste quindi la:

  • scala numerica: 1:25, 1:2000, 1:15.000.000. Ha il vantaggio di essere precisa nei calcoli.
  • scala grafica, un segmento in cui si indica a quale lunghezza corrisponde nella realtà. Ha il vantaggio di essere intuitiva (si possono fare misure "ad occhio").

In base alla scala esisto diversi tipi di carte:

  • Piante o mappe, utilizzate per rappresentare piccoli porzioni di territorio (una città, un edificio, un quartiere)
  • carte topografiche, rappresentano in maniera dettagliata porzioni di territorio abbastanza estesi (un gruppo di città, una o più montagne, una serie di colline). Ad esempio le carte escursionistiche dei sentieri di montagna sono carte topografiche.
  • Carte corografiche, rappresentano aree regionali di grandi stati (nord italia, il veneto, il nord-est) o piccoli stati (Svizzera)
  • Carte geografiche (in senso stretto), rappresentano continenti, grandi stati, grandi porzioni della Terra o tutta la Terra (planisferi).

Approfondimenti, Esercizi e test[modifica]

In queste pagine trovi approfondimenti e attività da svolgere.