Supercomputer/ASCI White

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

ASCI White è il nome di un supercomputer dei Lawrence Livermore National Laboratory in California.

Il sistema è composto da un cluster di computer IBM RS/6000 SP. Il sistema è formato da 512 macchine collegate tra loro, ogni macchina ha 16 processori e quindi il totale la macchina è dotata di 8.192 processori, 6 Terabyte di memoria RAM e 160 Terabyte di memoria su disco. Nonostante l'elevato numero di processori questa è una macchina relativamente lenta (per gli standard del 2006) dato che ogni processore funziona a una frequenza di soli 375 Mhz. Di conseguenza ogni programma in esecuzione normalmente occupa decine se non centinaia di processori. Il sistema pesa 106 tonnellate e consuma 3 MegaWatt di corrente elettrica e un numero analogo per raffreddare il sistema. Il sistema è in grado teoricamente di sviluppare 7.226 Gigaflops e utilizza il sistema operativo AIX dell'IBM.

ASCI White è formato da tre sistemi separati, White con 512 nodi, Ice don 28 nodi e Frost con 68 nodi.

Il computer è stato assemblato a Poughkeepsie New York. Terminato nel giugno del 2000 p stato trasportato in un apposito centro in California dove è stato reso operativo il 15 agosto 2001. Le prestazioni teoriche sono di 12.300 Gigaflops anche se il test Linpack ha misurato prestazioni reali inferiori del 40%. Il sistema è costato 110 milioni di dollari. Tra il 2000 e il 2002 è stato il più potente supercomputer del pianeta fino a quando il supercomputer Earth Simulator non lo superò.

Il sistema è stato costruito come terza fase del Accelerated Strategic Computing Initiative (ASCI) avviato dall'United States Department of Energy e dal National Nuclear Security Administration per costruire un simulatorie in grado di rimpiazzare i test nucleari proibiti dalla moratoria firmata dal presidente statunitense George H. W. Bush nel 1992 ed ampliata da Bill Clinton nel 1993.

Indice del libro