Svedese/Aggettivo

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Nella lingua svedese, l'aggettivo solitamente precede il sostantivo a cui si riferisce, e inflette per genere e numero sia in forma attributiva sia in forma predicativa.

Forma indefinita[modifica]

Gli aggettivi inflettono per genere al singolare, e hanno un'unica inflessione plurale per entrambi i generi. La maggior parte degli aggettivi svedesi sono regolari nell'inflessione, anche se esistono delle famiglie di aggettivi che declinano in maniera leggermente differente o che sono indeclinabili.

Aggettivi regolari[modifica]

Gli aggettivi regolari (compresi tutti quelli che terminano in -t e -(l)ig) inflettono in forma indefinita aggiungendo una -t al genere neutro singolare, e una -a al plurale indifferentemente dal genere.

En stor kaka (un grande biscotto)
Ett stort hus (una grande casa)
Några stora kakor (alcuni grandi biscotti)
Några stora hus (alcune grandi case)

Aggettivi irregolari[modifica]

Alcune famiglie di aggettivi si comportano in modo leggermente diverso:

  • gli aggettivi che terminano in una vocale lunga raddoppiano la -tt al neutro. Alcuni aggettivi, es. grå (grigio) o blå (blu), hanno due forme alternative per il plurale (con o senza la -a aggiuntiva).
En ny student. (Un nuovo studente/Una nuova studentessa)
Ett nytt hus. (Una nuova casa.)
Några nya dramer. (Alcuni nuovi drammi.)
  • alcuni aggettivi che terminano in una vocale lunga seguita da -t aggiungono una seconda -tt al neutro, ma molti prestiti linguistici, es. privat (privato) o konkret (concreto), rimangono invece invariati.
En vit hund. (Un cane bianco.)
Ett vitt får. (Una pecora bianca.)
Några vita pappret. (Alcuni fogli di carta bianchi.)
  • molti aggettivi che terminano in una vocale breve seguita da -tt (esclusi molti prestiti linguistici), es. trött (stanco/a) o lätt (leggero/a), o in consonante seguita da -t, es. perfekt (perfetto/a) o intelligent (intelligente) sono invariati al neutro.
En perfekt pojke. (Un ragazzo perfetto.)
Ett perfekt bord. (Un tavolo perfetto.)
Perfekta hus. (Case perfette.)
  • molti aggettivi che terminano in una vocale lunga seguita da -d, es. god (buono/a) o röd (rosso/a), sostituiscono la -d con -tt al neutro.
En död mygga. (Una zanzara morta.)
Ett dött får. (Una pecora morta.)
Döda myror. (Formiche morte.)
  • gli aggettivi che terminano in -d preceduta da consonante, es. mild (tiepido/a) o vild (selvaggio/a), sostituiscono -d con -t al neutro.
En ond person. (Una persona malvagia.)
Ett ont ord. (Una parola malvagia.)
Onda ord. (Parole malvagie.)
  • gli aggettivi che terminano in -ad, es. koncentrerad (concentrato/a) o älskad (amato/a), sostituiscono -d con -t al neutro e aggiungono -e al plurale.
En älskad lärare. (Un insegnante amato/a.)
Ett älskat ögonblick. (Un momento amato.)
Älskade vänner. (Amati amici.)
  • gli aggettivi che terminano in vocale breve seguita da -m, es. grym (macabro/a) o dum (stupido/a), raddoppiano la -m al plurale.
En tom flaska. (Una bottiglia vuota.)
Ett tomt hus. (Una casa vuota.)
Tomma krus. (Barattoli vuoti.)
  • gli aggettivi che terminano in vocale breve seguita da -nn, es. tunn (sottile, magro/a) o sann (vero/a), perdono una n al neutro.
En grann flicka. (Una ragazza carina.)
Ett grant lamm. (Un agnello carino.)
Granna pojkar. (Ragzzi carini.)
  • gli aggettivi che terminano in -el o -er, es. flexibel (flessibile) o säker (sicuro/a), perdono la -e- al plurale.
En enkel rätt. (Un piatto semplice.)
Ett enkelthus. (Una casa semplice.)
Enkla kurser. (Corsi semplici.)
  • gli aggettivi che terminano in -en, es. öppen (aperto/a) o skriven (scritto/a), sostituiscono la -n con -t al neutro, e perdono la -e- al plurale.
En ledsen flicka. (Una ragazza triste.)
Ett ledset resultat. (Un risultato triste.)
Ledsna män. (Uomini tristi.)
  • alcuni aggettivi sono completamente irregolari, es. gammal che diventa gammalt al neutro e gamla al plurale, e liten che diventa litet al neutro indefinito, små al plurale e lilla in forma definita.
En gammal kvinna. (Una donna anziana.)
Ett gammalt hus. (Una vecchia casa.)
Gamla bilar. (Vecchie automobili.)

Aggettivi indeclinabili[modifica]

Alcuni aggettivi non inflettono per genere né numero.

  • molti aggettivi che terminano in -s, per la maggior parte derivano da genitivi di sostantivi, es. utrikes (straniero/a/i/e), medelålders (di mezza età), stackars (povero/a/i/e). Fanno eccezione gli aggettivi che terminano in -ös, es. nervös/nervöst/nervösa, e in -is, es. vis/vist/visa.
  • aggettivi che terminano in -e, es. ordinarie (ordinario/a/i/e), gyllen (dorato/a/i/e), öde (deserto/a/i/e).
  • aggettivi che terminano in -a, es. samma (stesso/a/i/e), nästa (prossimo/a/i/e), bra (buono/a/i/e).

Concordanza[modifica]

Gli aggettivi concordano in genere con il sostantivo al quale fanno riferimento. Alcune eccezioni di cui tenere conto sono:

  • quando l'aggettivo concorda con il significato piuttosto che con il sostantivo in sé, es. quando un sostantivo di genere neutro rappresenta una persona oppure un gruppo di persone
Statsrådet är arg. (Il ministro è arrabbiato.)
  • quando l'aggettivo è usato per un'affermazione generica o astratta, in genere senza articolo o altri complementi, si usa la forma neutra. Questo non si applica se la costruzione è in forma definita.
Att dansa är roligt. (Ballare è divertente.)
Potatisar är gott. (Le patate sono buone. [le patate in generale, non una porzione specifica di patate])

Forma definita[modifica]

In alcuni costrutti in forma definita l'aggettivo declina in maniera differente da quanto visto in precedenza.

Un primo tipo di costrutto inizia con l'articolo den o det rispettivamente per il singolare comune o neutro, oppure de per il plurale di entrambi i generi. L'aggettivo precede il sostantivo e declina sempre aggiungendo -a, tranne nel caso di nomi maschili singolari, con i quali aggiunge -e.

den vackra flickan (la ragazza bella)
de vackra flickorna (le ragazze belle)
den rolige pojken (il ragazzo divertente)
de roliga pojken (i ragazzi divertenti)
det stora huset (la casa grande)
de stora husen (le case grandi)

Il costrutto può anche usare gli aggettivi dimostrativi den/det/de här (questo/questi), den/det/de där (quello/quelli).

den här vackra flickan (questa bella ragazza)
det där nya huset (quella nuova casa)
de där vackra flickorna (quelle belle ragazze)

Il costrutto può usare genitivi, pronomi possessivi o il pronome dimostrativo denna/detta/dessa (questo/questi), ma in questo caso il sostantivo non ha il suffisso della forma definita.

Jonnas nya katt (il nuovo gatto di Jonna)
min gamla vän (la mia vecchia amica)
dessa gröna björkar (queste verdi betulle)

Fanno eccezione i casi in cui si realizza un costrutto in forma definita usando un genitivo di misura, In tal caso, l'aggettivo concorda con il sostantivo.

en slags prickig tyg (un tipo di tessuto punteggiato)
ett sorts drybart bröd (un tipo di pane costoso)

Quando in un costrutto in forma definita si utilizza l'aggettivo possessivo egen (proprio) per rinforzare un genitivo o un pronome possessivo, egen conocorda con il sostantivo.

Jonnas egen lilla katt (il piccolo gatto di Jonna)
deras eget lilla hus (la loro piccola casa)

Comparativi e superlativi[modifica]

Comparativi e superlativi con cambio di vocale
Aggettivo Comparativo Superlativo Traduzione
färre - poco
grov grövre grövst ruvido
låg lägre lägst basso
lång längre längst lungo, alto
små smärre - piccolo
stor större störst grande
trång trängre trängst stretto
tung tyngre tyngst pesante
ung yngre yngst giovane
Comparativi e superlativi irregolari
Aggettivo Comparativo Superlativo Traduzione
bra bättre bäst buono
dålig sämre sämst cattivo
gammal äldre äldst vecchio
god godare godast buono
liten mindre minst poco
mycket mer mest molto (non numerabile)
många fler flest molti (numerabile)
ond värre värst cattivo

Comparativi e superlativi possono formarsi in diversi modi:

  • aggiunta dei suffissi -are e -ast: la maggior parte degli aggettivi, inclusi tutti quelli terminanti in -ig e -lig
rolig (divertente), roligare (più divertente), roligast (il più divertente)
  • uso di mer (più) e mest (il più): tutti i participi passati e gli aggettivi bisillabici che terminano in -isk
komplicerad (complicato), mer komplicerad (più complicato), mest complicerad (il più complicato)
idyllisk (idilliaco), mer idyllisk (più idilliaco), mest idyllisk (il più idilliaco)
  • irregolari: alcuni aggettivi cambiano vocale nella radice e aggiungono i suffissi -re e -st, altri sono totalmente irregolari (vedi tabelle a lato).

In forma definita, il comparativo non declina:

en vackrare flicka (una ragazza più bella)
ett vackrare hus (una casa più bella)
vackrare flickor (ragazze più belle)
vackrare hus (case più belle)

Il superlativo invece sì:

  • i superlativi che terminano in -ast aggiungono il suffisso -e
den vackraste flickan (la ragazza più bella)
det vackraste huset (la casa più bella)
de vackraste flickorna (le ragazze più belle)
  • i superlativi che terminano in -st o che usano mest aggiungono -a, oppure -e nel caso di maschile singolare
den största huset (la casa più grande)
de största husen (le case più grandi)
den mest intelligenta flickan (la ragazza più intelligente)
den mest intelligente pojken (il ragazzo più intelligente)

Nell'uso dei comparativi, il termine paragonato può essere retto dalla proposizione än (di):

Eva är längre än Jonna (Eva è più alta di Jonna)
Snapps är starkare än vin (La vodka è più forte del vino)

Per esprimere un paragone di uguaglianza, si possono usare aggettivi come lik (come), e le congiunzioni (come) e som (come):

Jonna är lika rolig som Gustav (Jonna è divertente quanto Gustav)
Hon spelar så bra hon kan (Lei suona tanto bene quanto può)