Svedese/Genere

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La lingua svedese contempla due generi, utrum (comune) e neutrum (neutro). I due generi sono anche riferiti dagli stranieri come "parole en" e "parole ett" (in inglese en-words e ett-words), dal rispettivo articolo indeterminativo usato per i sostantivi dei due generi (en per il genere comune, ett per il genere neutro).

Anticamente lo svedese aveva tre generi, maschile, femminile e neutro, e in seguito maschile e femminile si fusero nel genere comune, anche se tracce della distinzione maschile/femminile esistono ancora in espressioni arcaiche e in alcuni dialetti, e si riflettono per esempio nei pronomi personali (cfr. Svedese/Pronome), in alcuni sostantivi (cfr. Svedese/Sostantivo#Maschile e femminile) o nel fatto che gli aggettivi in forma definita usino una declinazione diversa a seconda che si riferiscano a maschi o femmine (cfr. Svedese/Aggettivo#Forma definita).

I sostantivi, i pronomi e gli aggettivi inflettono per genere. L'appartenenza ai due generi è sostanzialmente arbitraria e richiede di essere memorizzata parola per parola.

Sono di genere comune la maggior parte, ma non la totalità, di:

  • esseri viventi, es. en kvinna (una donna), en man (un uomo), en katt (un gatto/una gatta), en häst (un cavallo/una cavalla), en fluga (una mosca), en björk (una betulla);
  • giorni e parti del giorno, es. en fredag (un venerdì);
  • mesi e stagioni, es. en sommar (un'estate).

Sono di genere neutro la maggior parte, ma non la totalità, di:

  • continenti, paesi, località, città, es. Asien är stort (l'Asia è grande), Stockholm är vackert (Stoccolma è bella);
  • lettere dell'alfabeto e parti del discorso, es. ett a (una a), ett nej (un no);
  • espressioni impersonali, es. det regnar (piove).

Un trascurabile numero di sostantivi poco comuni può assumere entrambi i generi (324 parole secondo la dodicesima versione della Svenska Akademiens ordlista).