Svedese/Punteggiatura

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La punteggiatura nella lingua svedese differisce in misura limitata rispetto all'italiano.

Punto fermo[modifica]

Il punto fermo è usato, analogamente all'italiano, per terminare le frasi. Spesso è omesso nelle abbreviazioni comuni (cfr. Svedese/Abbreviazioni).

Virgola[modifica]

La virgola è usata:

  • per separare proposizioni principali.
Jag åkte vid Mälarens kusten med Eva i morse, och de njuta promenaden. (Sono andato in riva al Mälaren con Eva stamattina e abbiamo apprezzato la passeggiata.)
  • per separare incisi.
Mälaren, som alla Svenska sjöar, är magnifik. (Il Mälaren, come tutti i laghi svedesi, è magnifico.)
  • per separare domande o interiezioni.
Markus, kan du komma imorgon? (Markus, puoi venire domani?)
Jo, det kan jag! (Certo che posso!)
  • come separatore decimale:
Mälaren innehåller 14,3 miljarder ton vatten. (Il Mälaren contiene 14,3 miliardi di tonnellate d'acqua.)

L'uso della virgola va evitato:

  • per separare subordinate la cui proposizione subordinante è omessa, o nelle subordinate introdotte da att.
Hon sade hon njutade promenaden. (Lei disse di aver apprezzato la passeggiata.)
Hon sade att hennes syster tycker inte om hundar. (Lei disse che a sua sorella non piacciono i cani.)
  • per separare formule introduttive o conclusive nella scrittura di lettere o e-mail. Le prime sono usualmente terminate con un punto esclamativo, le seconde non hanno punteggiatura finale.
Kära vän! [...] (Cara amica, [...])
Med vänlig hälsning [...] (Cordiali saluti, [...])

Punto esclamativo[modifica]

Il punto esclamativo è usato in maniera analoga all'italiano per concludere esclamazioni, ed è anche usato in misura abbondante in comandi, avvisi, saluti ecc.

Due punti[modifica]

I due punti sono usati:

  • per introdurre liste o esempi.
  • per introdurre discorsi diretti, quando sono introdotti da un verbo come fråga (chiedere), sa (dire) ecc.
Eva frågade: – Vilken kommer? (Eva chiese: "Chi viene?")
  • come separatore decimale di valuta.
Det kustar 14:50 (Costa 14 corone e 50 öre [centesimi di corona])
  • in alcune abbreviazioni, tra la prima e l'ultima lettera della parola abbreviata (cfr. Svedese/Abbreviazioni).
S:t Per (San Pietro)
Ö:a Götland (Götland orientale)
  • per separare suffissi apposti a numeri, acronimi ecc.
SVT:s förste kanal. (Il primo canale della Sveriges Television.)
28:an avgår 10:55. (Il 28 [la linea n. 28] parte alle 10:55.)
Karl XII:s död skedde på en krig. (La morte di Carlo XII avvenne durante una guerra.)

Trattino[modifica]

Il trattino è usato:

  • nell'elencare più composti che hanno la parte terminale in comune.
In- och utgång (= Ingång och utgång; Ingresso e uscita)
  • per separare composti con icke- (vietato).
Icke-rökare i rummen. (Vietato fumare nelle stanze.)
  • nei prezzi, per indicare zero öre (centesimi di corona).
Det kustar 100:- (Costa 100 corone.)
  • per separare nomi composti il cui primo elemento è un numero o un acronimo:
På 1800-talet var Sverige ett fattigt land. (Nell'Ottocento la Svezia era un paese povero.)
Vi tar Stockholms T-bana. (Prenderemo la metropolitana di Stoccolma.)
  • per formare composti lunghi:
Öga-för-öga-principien var vanligt på medeltiden. (La legge del taglione era comune nel medioevo.)
  • in alcuni nomi composti:
Mälmo-Köpenhamntaget går över Öresundsbron. (Il treno Mälmo-Copenaghen passa sul ponte di Öresund.)

Discorso diretto[modifica]

Il modo più comune di introdurre il discorso diretto è con una lineetta (pratminus). Nel caso il discorso diretto sia inserito entro un'altra frase, la lineetta è preceduta da due punti.

Jonna sade: – Det var roligt! (Jonna disse: "È stato divertente!".)
– Ja, men det var farligt också! ("Si, ma è stato anche pericoloso.".)

Si usano anche i sergenti e, soprattutto nella scrittura manuale, le virgolette alte. A differenza dell'italiano, sia in apertura sia in chiusura si usa il medesimo carattere (le virgolette chiuse).

Hon sade: »Välkomna!»
Hon sade: ”Välkomna!” (Lei disse: "Benvenuti!")