VoIP e Asterisk/I Telefoni

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.

CopertinaVoIP e Asterisk/Copertina

Anche in questo campo c'è da fare un po' di chiarezza sulla situazione, complicata dall'avvento delle varie tecnologie, prima analogico, poi digitale, infine VoIP.

Esistono vari tipi di telefoni:


Telefoni analogici[modifica]

I primi telefoni e tutt'ora la quasi totalità di quelli presenti sono dei telefoni analogici. Seppure con qualche piccola differenza tra i vari paesi a grandi linee funzionano tutti nello stesso modo, hanno un microfono che permette di catturare i suoni prodotti da un interlocutore e di trasmetterli, dopo un semplice spostamento di frequenza, sul cavo telefonico. Perciò il segnale trasmesso sul cavo telefonico è analogo alle onde sonore prodotte dall'interlocutore.

Queste modalità di trasmissione necessitano di una connessione diretta tra il trasmettitore e il ricevente, in modo che le onde sonore possano propagarsi direttamente tra i due capi del circuito, per cui la rete telefonica usa degli switch elettromeccanici (relè, etc...) per creare questa connessione. Esse si chiamano reti a commutazione di circuito, contrapposte alle reti a commutazione di pacchetto, usate per i pacchetti VoIP.

Telefoni digitali (proprietari)[modifica]

Verso gli anni 80-90 alcune compagnie crearono questi tipi di telefoni, tutti con standard proprietari e non compatibili tra loro, inutile dire che nessuno di questi standard si impose con successo nel mercato e ben presto tutti quanti furono relegati in soffitta. La diversità che c'era tra questi telefoni e quelli analogici è dovuto al tipo di segnale trasmesso, se prima era analogico qua invece è convertito in digitale e trasmesso in digitale fino al centralino, in un formato proprietario. Per il resto questo telefono è esattamente identico al telefono normale analogico fatta eccezione per il fatto che questi comunicando interattivamente con il centralino possono avere anche delle visualizzazioni attraverso dei LED sullo stato degli altri interni connessi al centralino.

Telefoni VoIP fisici (hardphone)[modifica]

Premettiamo che questi telefoni, dato il loro legame alla rete internet, possono essere realizzati sia come telefono fisico che come telefono software. Un telefono VoIP fisico è un apparecchio molto simile a un telefono tradizionale, con la cornetta, la tastiera numerica, il display. Differisce totalmente però nel modo di trasmettere la voce. Un telefono VoIP è equiparabile a un client che si connette a un centralino, che in questo caso è il server, attraverso una rete. Non ha importanza la tipologia di rete usata, può essere una rete locale, ethernet, token ring, o una rete geografica, come una VPN o internet.

La connessione avviene attraverso un protocollo di connessione atto a trasmettere il segnale vocale, di questi protocolli ne esistono vari, il più diffuso in assoluto è il protocollo SIP, che verrà descritto più avanti. Per poter essere utilizzati questi apparecchi necessitano di varie impostazioni, come l'indirizzo del server, login e password e eventualmente altre informazioni, necessarie per connettersi e fare il login sul server.


Telefoni VoIP software (softphone)[modifica]

Un telefono VoIP software è un telefono “virtuale”, visualizzato sullo schermo del computer, che permette le stesse operazioni fatte da un telefono VoIP fisico, ma sfrutta la potenza di calcolo del computer per emulare tutti i circuiti fisici di un normale telefono ed effettuare le varie conversioni di segnale.

Utilizza le risorse audio del computer, microfono e casse acustiche, per acquisire e riprodurre il sonoro.


Adattatori (ata)[modifica]

Un cenno meritano anche gli ATA, che non sono veri e propri telefoni, ma sono adattatori che permettono la conversione di un telefono analogico normale a telefono VoIP.

Si occupano della conversione del segnale analogico nel flusso dati digitale da trasmettere nella rete secondo il protocollo prescelto. Ne esistono di vari tipi, molto diffusi sono quelli che hanno una presa RJ45 passante nella quale da una parte va connessa la LAN e dall'altra il PC, poi una o più prese RJ11 alle quali vanno connessi i telefoni.