Bivona/Le chiese/Chiesa madre Mater Salvatoris

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Template:Infobox edifici religiosi La chiesa madre Mater Salvatoris è una chiesa di Bivona.

Risalente al XVI secolo, è sita in piazza Damaso Pio De Bono, nella parte centrale del paese.

È stata edificata dai padri gesuiti alla fine del Cinquecento, quando vendettero il loro primo collegio e la chiesa annessa alle monache clarisse e si stanziarono più a monte. Nel XVII secoloSeicento venne ampliata notevolmente e il 6 aprile 1781, dopo l'espulsione dei gesuiti dalla Sicilia, venne intitolata alla Madonna ("Mater Salvatoris") ed elevata a nuova chiesa matrice di Bivona.

La chiesa, il cui portale presenta stili architettonici tipici del tardo Rinascimento, ed è dotata di sagrestia, antisagrestia e campanile.

L'interno si presenta con impianto barocco, a navata unica e con sette cappelle laterali. Le decorazioni con fregi e stucchi presenta parti in oro zecchino, che contrasta con il biancore delle pareti.

All'interno conserva opere d'arte, la maggior parte delle quali provengono dalle altre chiese antiche, alcune lapidi funerarie, tra le quali il monumento funebre all'ottavo vescovo di Caltagirone, il bivonese Damaso Pio De Bono), un pulpito in legno e la cantoria sull'ingresso sostenuta da due colonne centrali.

Bivona
Sommario
Categoria · Copertina · Bibliografia · Sviluppo · modifica il template
il paese | la storia | i monumenti | il Ducato | il circondario storico | le chiese
la Santuzza | le personalità legate alla città | lo Stemma Comunale | i Sindaci
il Castello | i monti | la Diga Castello | la stazione meteo
il dialetto | la vita religiosa | la comunità ebraica | la località: Santa Filomena | le tradizioni