Geografia generale ed economica/Ambiente e sviluppo sostenibile

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
  1. Cartografia
  2. I climi e gli ambienti naturaliGeografia generale ed economica/I climi e gli ambienti naturali
    1. Mari e oceaniGeografia generale ed economica/Mari e oceani
    2. Fiumi e laghiGeografia generale ed economica/Fiumi e laghi
    3. Montagne e pianureGeografia generale ed economica/Montagne e pianure
    4. Ambiente e sviluppo sostenibileGeografia_generale ed economica/Ambiente e sviluppo sostenibile
    5. I rifiutiGeografia generale ed economica/I rifiuti
  3. L'energia
    1. Combustibili fossiliGeografia generale ed economica/Combustibili fossili
    2. Le energie rinnovabiliGeografia generale ed economica/Le energie rinnovabili
    3. Il nucleareGeografia generale ed economica/Il nucleare
  4. L'economia
    1. I serviziGeografia generale ed economica/I servizi
    2. Lo sviluppo delle telecomunicazioniGeografia generale ed economica/Lo sviluppo delle telecomunicazioni
    3. Povertà e sottosviluppoGeografia generale ed economica/Povertà e sottosviluppo
    4. L'industriaGeografia generale ed economica/L'industria
    5. I trasportiGeografia generale ed economica/I trasporti
    6. L'agricolturaGeografia generale ed economica/L'agricoltura
  5. La popolazione
    1. I movimenti migratoriGeografia generale ed economica/I movimenti migratori

India è il primo paese più ricco del mondo ma per colpa del regno unito che hanno rubato tutto l'oro il diamante... cmq l'India non è così tanto povera quanto voi lo pensate

    1. Come cambia la popolazione mondialeGeografia generale ed economica/Come cambia la popolazione mondiale
    2. Le religioniGeografia generale ed economica/Le religioni
    3. Le lingueGeografia generale ed economica/Le lingue
    4. Un mondo globalizzatoGeografia generale ed economica/Un mondo globalizzato
  1. Cultura e società
    1. Diritti umaniGeografia generale ed economica/Diritti umani
    2. La pena di morteGeografia generale ed economica/La pena di morte
    3. La saluteGeografia generale ed economica/La salute
    4. I Patrimoni UNESCOGeografia generale ed economica/I Patrimoni UNESCO
  2. Principali stati del mondo
    1. Italia
    2. Nuova ZelandaGeografia generale ed economica/Nuova Zelanda
    3. Spagna
    4. Regno Unito
    5. FranciaGeografia generale ed economica/Francia
    6. Germania
    7. Russia
    8. ingresso
    9. CinaGeografia generale ed economica/Cina
    10. Giappone
    11. Sudafrica
    12. EgittoGeografia generale ed economica/Egitto
    13. IsraeleGeografia generale ed economica/Israele
    14. CanadaGeografia generale ed economica/Canada
    15. Stati UnitiGeografia generale ed economica/Stati Uniti
    16. Messico
    17. Paesi BassiGeografia generale ed economica/Paesi Bassi


Ambiente[modifica]

La biodiversità[modifica]

La biodiversità è il termine usato per intendere la varietà e la moltitudine delle specie viventi animali e vegetali che popolano la terra.

La diversità biologica o biodiversità in ecologia è la molteplicità di organismi viventi, nelle loro diverse forme, e dei rispettivi ecosistemi.

Alpaca face.jpg

Essa comprende l'intera variabilità biologica: di geni, specie, nicchie ecologiche ed ecosistemi.

Le risorse genetiche sono considerate la componente determinante della biodiversità all'interno di una singola specie.

Le specie descritte dalla scienza sono in totale circa 1,75 milioni, mentre il valore di quelle stimate oscilla da 3,63 a più di 111 milioni.

Tuttavia queste stesse stime risultano incomplete, in quanto nuove specie vengono scoperte e aggiunte continuamente al totale generale.

Livelli di biodiversità:

  • diversità genetica, la somma complessiva del patrimonio genetico degli esseri viventi che abitano il pianeta;
  • diversità di specie, che indica l'abbondanza e la diversità tassonomica di specie presenti, per la terra decine di milioni delle quali solo una minima frazione è stata classificata in letteratura scientifica;
  • diversità di ecosistemi, con cui si indica l'insieme di tutti gli ambienti naturali presenti sul nostro pianeta.

La biodiversità ha influenze anche nelle produzioni agrarie dell'uomo.

È grazie alle biodiversità presenti in paesi diversi, più spesso di una piccola regione, che risulta possibile avere delle produzioni con delle caratteristiche specifiche.

Il cambiamento climatico ha un effetto negativo sulla biodiversità. Di contro, il mantenimento di ecosistemi sani aiuta a mitigare gli effetti estremi dovuti al clima.

La vegetazione nelle città protegge dall'effetto noto come isola di calore, la vegetazione costiera e le dune proteggono dagli effetti di tsunami o anche

da più comuni burrasche o altri eventi climatici.

L'importanza della biodiversità è data principalmente dal fatto che la vita sulla Terra, compresa quella della specie umana, è possibile principalmente grazie ai

cosiddetti servizi forniti dagli ecosistemi che conservano un certo livello di funzionalità. 

Sviluppo sostenibile[modifica]

la sostenibilità ruota attorno a tre componenti fondamentali:

Schema descrizione.png
  • Sostenibilità economica: intesa come capacità di generare reddito e lavoro per il sostentamento della popolazione.
  • Sostenibilità sociale: intesa come capacità di garantire condizioni di benessere umano (sicurezza, salute, istruzione,democrazia, partecipazione, giustizia.) equamente distribuite per classi e genere.
  • Sostenibilità ambientale: intesa come capacità di mantenere qualità e riproducibilità delle risorse naturali.

L'area risultante dall'intersezione delle tre componenti, coincide idealmente con lo sviluppo sostenibile.

Le intersezioni intermedie, tra le componenti, dove vengono indicate le parole Vivibile, Equo, Realizzabile, si possono leggere come delle indicazioni di tipo operativo o di verifica.

Expo Milano 2015

EXPO[modifica]

E.X.P.O.=esposizione universale

Il tema scelto per l'Esposizione Universale di Milano 2015 è stato "Nutrire il pianeta, energia per la vita".

La preoccupazione per la qualità del cibo in un mondo sempre più popolato

si accompagna a scenari di un aumento dei rischi per la quantità globale dei cibi disponibili in virtù dello sfruttamento intensivo e non sostenibile delle risorse naturali del pianeta.

Tra i padiglioni presenti all'EXPO uno in particolare parlava della biodiversità ("Slow Food").

Slow Food[modifica]

Slow Food è un movimento culturale internazionale che opera in forma di un'associazione senza scopo di lucro. Nacque in Italia, a Bra, nel 1986, con il nome di Arci Gola.

Expo Milano 2015, padiglione Slow food

Slow Food nasce nella città di Bra, in provincia di Cuneo, e si pone come obiettivo la promozione del diritto a vivere il pasto, e tutto il mondo dell'enogastronomia, innanzitutto come un piacere.

Slow Food si è una fondazione che si impegna per la difesa della biodiversità e dei diritti dei popoli alla sovranità alimentare, battendosi contro l'omologazione dei sapori, l'agricoltura massiva, le manipolazioni genetiche.

C'è anche Slow Food per la biodiversità.

La Fondazione Slow Food per la Biodiversità difende la biodiversità alimentare e le tradizioni gastronomiche, promuove un'agricoltura sostenibile, rispettosa dell'ambiente, dell'identità culturale dei popoli e del benessere animale.

Slow Food nel Regno Unito

Organizzazione che fornisce supporto amministrativo ai gruppi locali gestiti da membri Slow Food, che intraprendono azioni significative di base nelle loro comunità locali.

Slow Food in Australia

Il movimento Slow Food Australia ha lo scopo di incrementare la consapevolezza nella comunità del valore del cibo locale buono e pulito dalla fattoria al mercato.