Geografia generale ed economica/Diritti umani

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
  1. Cartografia
  2. I climi e gli ambienti naturaliGeografia generale ed economica/I climi e gli ambienti naturali
    1. Mari e oceaniGeografia generale ed economica/Mari e oceani
    2. Fiumi e laghiGeografia generale ed economica/Fiumi e laghi
    3. Montagne e pianureGeografia generale ed economica/Montagne e pianure
    4. Ambiente e sviluppo sostenibileGeografia_generale ed economica/Ambiente e sviluppo sostenibile
    5. I rifiutiGeografia generale ed economica/I rifiuti
  3. L'energia
    1. Combustibili fossiliGeografia generale ed economica/Combustibili fossili
    2. Le energie rinnovabiliGeografia generale ed economica/Le energie rinnovabili
    3. Il nucleareGeografia generale ed economica/Il nucleare
  4. L'economia
    1. I serviziGeografia generale ed economica/I servizi
    2. Lo sviluppo delle telecomunicazioniGeografia generale ed economica/Lo sviluppo delle telecomunicazioni
    3. Povertà e sottosviluppoGeografia generale ed economica/Povertà e sottosviluppo
    4. L'industriaGeografia generale ed economica/L'industria
    5. I trasportiGeografia generale ed economica/I trasporti
    6. L'agricolturaGeografia generale ed economica/L'agricoltura
  5. La popolazione
    1. I movimenti migratoriGeografia generale ed economica/I movimenti migratori

India è il primo paese più ricco del mondo ma per colpa del regno unito che hanno rubato tutto l'oro il diamante... cmq l'India non è così tanto povera quanto voi lo pensate

    1. Come cambia la popolazione mondialeGeografia generale ed economica/Come cambia la popolazione mondiale
    2. Le religioniGeografia generale ed economica/Le religioni
    3. Le lingueGeografia generale ed economica/Le lingue
    4. Un mondo globalizzatoGeografia generale ed economica/Un mondo globalizzato
  1. Cultura e società
    1. Diritti umaniGeografia generale ed economica/Diritti umani
    2. La pena di morteGeografia generale ed economica/La pena di morte
    3. La saluteGeografia generale ed economica/La salute
    4. I Patrimoni UNESCOGeografia generale ed economica/I Patrimoni UNESCO
  2. Principali stati del mondo
    1. Italia
    2. Nuova ZelandaGeografia generale ed economica/Nuova Zelanda
    3. Spagna
    4. Regno Unito
    5. FranciaGeografia generale ed economica/Francia
    6. Germania
    7. Russia
    8. ingresso
    9. CinaGeografia generale ed economica/Cina
    10. Giappone
    11. Sudafrica
    12. EgittoGeografia generale ed economica/Egitto
    13. IsraeleGeografia generale ed economica/Israele
    14. CanadaGeografia generale ed economica/Canada
    15. Stati UnitiGeografia generale ed economica/Stati Uniti
    16. Messico
    17. Paesi BassiGeografia generale ed economica/Paesi Bassi

Il 10 novembre 1948, alla fine della seconda guerra mondiale, veniva proclamata la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, un documento approvato dall'Assemblea generale dell'ONU.

Diritti.jpg

La dichiarazione era composta da 30 articoli e riguardano:

  • Diritti civili
  • Diritti politici
  • Diritti economici
  • Diritti sociali
  • Diritti culturali

Gli stati membri delle Nazioni Unite si impegnavano a rispettare questi diritti.

Tribunale penale Internazionale[modifica]

corte internazionale di giustizia

Un passo in avanti è stato compiuto con la formazione del Tribunale penale internazionale per la ex Iugoslavia. Questa corte ha il compito di giudicare e perseguire le gravi violazione del diritto internazionale commesse nei territorio della ex Iugoslavia.

Anniversario della strage di Srebrenica

È successo nel territorio della ex Iugoslavia nel luglio del 1995 e fu una strage che causò 8000 vittime. Dopo la strage i civili furono obbligati a riconoscere i parenti scomparsi.

Secondo tribunale internazionale[modifica]

Si è formato nel 1994 ad Arusha, in Tanzania, questo tribunale riguarda altre gravi violazioni del diritto umanitario internazionale commesse in Ruanda nel inverno del 1994 con migliaia di Hutu e Tutsi moderati. Riguardo questa strage c'è un film che si chiama “Hotel Rwanda” .

Rapporto annuale (2013)[modifica]

Dal 1948 a oggi ci sono state violazioni dei diritti umani decisi nell'assemblea dell'ONU. Il rapporto annuale 2013 di Amnesty International afferma che ci sono stati 159 paesi e territori del mondo dove ci sono state:

  • Uccisioni illegali
  • Sparizioni forzate
  • Violenze contro le donne

Regimi non democratici[modifica]

In questi regimi vengono violati i diritti fondamentali.

Diritti 2.jpg

Questo problema viene riscontrato anche nelle terre dell'Occidente e di solito sono episodi di:

  • Xenofobia (l'avversione per gli stranieri)
  • Razzismo
  • Mancato rispetto per gli immigranti
  • Violenza contro i bambini e verso le donne
  • Abusi delle forze dell'ordine
  • A manifestazioni al fine religioso esempio le proteste per avere gli stessi diritti di coloro che soggiornano nello stato.

I diritti omosessuali[modifica]

diritti omosessuali

In 78 paesi del mondo l'omosessualità è considerata un reato. I paesi che sostengono questa opinione sono i paesi dell'Africa (non tutti) e quelli dell'Asia del Sud (Dall'Arabia all'India). Fatta eccezione questi paesi ci sono altri in cui la legge riconosce la possibilità agli omosessuali di sposarsi.

Gli omosessuali in America[modifica]

In America ci sono stati dove ammettono il matrimonio come a New York. Invece dove si possono avere solo unioni civili come la California, cioè ci si sposa solo in “comune” . L'America si è molto sviluppata e anche molto velocemente di altri paesi.

Reati contro l'ambiente[modifica]

l'ambiente

I reati contro l'ambiente sono considerati anch'essi una violazione dei diritti dell'uomo. Viene considerato poiché delle persone mettono a rischio la propria vita alla sopravvivenza del nostro pianeta. A riguardo è presente una corte che prende il nome di Corte Penale Interazionale dell'Ambiente. Essa serve a riconoscere i disastri ambientali come crimini operati contro l'intera umanità.

L'infanzia negata ai bambini che vivono in dei paesi sottosviluppati[modifica]

I bambini che vivono in dei paesi meno economicamente e intellettualmente sviluppati non hanno un'infanzia, perché loro sono obbligati a lavorare in schiavitù e ovviamente sottopagati. Essi sono sottomesse dalle aziende multinazionali. I continenti più soggetti alla schiavitù sono Africa, Asia del Pacifico e Medio Oriente.


Bibliografia[modifica]

  • La geografia in 30 lezioni
  • Wikipedia