Geografia generale ed economica/Un mondo globalizzato

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Per globalizzazione, si intende il processo che ha portato all'unificazione dal punto di vista economico,politico e culturale e degli stili di vita e dei consumi.

La globalizzazione ha origine dalle grandi esplorazioni geografiche fatte dagli europei tra in 15° e il 16° secolo.

Il contesto storico più ampio della globalizzazione è la necessità si una governance dei processi

Il processo di globalizzazione si può dividere in quattro parti:

  • Il commercio: è sviluppato e presente a livello globale permettendo la presenta di qualsiasi prodotto quasi in ogni posto del pianeta. Inoltre la diminuzione dei tempi di trasporto e dei costi facilità lo scambio delle merci.

I capitali:sono grandi somme di denaro che vengono investite o scambiate per produrre beni economici.

Le persone:si muovono da un luogo ad un altro molto più facilmente.L'aumento dei flussi migratori è dovuto alla eliminazione delle frontiere e alla politica che garantisce i processi di integrazione delle persone.

il mondo è unito dalla rete

Le idee: possono essere trasmesse molto più rapidamente grazie a internet,social media e alla televisione.

Al centro della globalizzazione ci sono le imprese multinazionali che operano tra le nazioni visto che le frontiere sono sempre meno importanti,grazie a una grande rete industriale e ad accordi tra le nazioni.

Tre grandi istituzioni internazionali hanno avuto e hanno tuttora un ruolo fondamentale nel processo della globalizzazione e sono:

  • OMC:( Organizzazione Mondiale del Commercio ),in inglese (World Trade Organization) che promuove un più libero commercio globale con la riduzione delle barriere doganali
  • FMI:(Fondo Monetario Internazionale) promuove la cooperazione monetaria e il commercio internazionale e concede prestiti in denaro agli stati membri.
  • La Banca Mondiale:finanzia i paesi più poveri che hanno debiti con paesi più ricchi con lo scopo di ridurne la povertà.

La globalizzazione ha determinato la crescita delle economie più sviluppate e ha contribuito a ridurre dove possibile la fame nel mondo.

Molti economisti mettono in evidenza gli effetti negativi della globalizzazione e insistono a dire che le diseguaglianze sono aumentate,cioè le economie più povere vengono schiaccia te da quelle più ricche.

i paesi più poveri
donazioni di associazioni dei paesi ricchi alle persone di popolazioni bisognose

Inoltre mettono in evidenza come la globalizzazione uniformi gli stili di vita e le culture mettendo a rischio la sopravvivenza delle culture minoritarie succubi del conformismo di massa.