Interlingua/Particella pronominale Ne

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Retorno


Come tradurre la particella pronominale italiana "ne"[modifica]

La particella pronominale "ne" [che deriva dal latino Inde ('di lì')] in quanto tale non esiste in Interlingua (così come in inglese e in spagnolo). Essa assume in italiano diversi valori e deve essere resa con una precisazione per esteso.

1) Con valore di avverbio di luogo.

Entrato in casa, ne [da essa] uscì subito dopo. Entrate in casa, ille sortiva de illo tosto postea.

Nel I.E.D. è indicato come possibile in Interlingua l'uso dell'avverbio inde con il significato di "da quel luogo, da lì". Nell'esempio sopra indicato, quindi, sarebbe ammissibile la traduzione: "Entrate in casa, ille inde tosto sortiva".

2) Con funzione di pronome personale o dimostrativo, preceduto da di/da:

Non la conosco personalmente, ma ne (= di lei) dicono bene. Io non cognosce vos personalmente, ma de vos on audi bon cosas [vos gaude de un bon reputation].
Ha visto il film e ne (= da esso) è stata impressionata. Illa spectava le film e remaneva de illo penetrate.
Chiuso l'affare, non volle più parlarne (= di esso). Concludite le affaire, ille non voleva plus parlar de illo.

3) Può anche riferirsi a una intera frase:

Spero che mi telefoni, ma ne (= di ciò) dubito. Io spera que ille me telephona, ma io dubita que ille facera lo.

In tutti questi casi vediamo il ne fare da complemento di un verbo.

4)  Può essere anche complemento di un aggettivo

Abbiamo avviato una bella impresa e ne siamo fieri. Nos incipeva un belle interprisa e nos es orgoliose de illo.

5) Può essere complemento di un nome, nel qual caso equivale a un aggettivo possessivo

Gli piace Venezia e ama percorrerne le calli / "Gli piace Venezia e ama percorrere le sue calli Venetia le place, e ille ama percurrer su "calles".

6) Il ne può avere significato partitivo in relazione a una certa quantità:

Ho comprato la frutta, quanta ne vuoi? Io comprava le fructa, quanto vole tu de illo?

7) Come tutti i pronomi personali il ne ha un uso anaforico, fa riferimento cioè a un sintagma espresso nella frase o nel discorso, come in tutti gli esempi sopra portati; e un uso deittico, può servire cioè a indicare un oggetto fisicamente presente nello spazio in cui si svolge il discorso:

(chi parla, offrendo dei cioccolatini) "ne vuoi?" Amarea tu haber un (de istos)?

8.  E fa anche da pronome di ripresa del tema nelle cosiddette frasi marcate:

Di questo ne abbiamo parlato a lungo. De isto nos jam parlava longemente.

9.  In italiano, come tutti i pronomi atoni precede il verbo ad eccezione dell'imperativo positivo e dei modi non finiti

parlane,

parlarne,

parlandone

parla de isto,

parlar de isto,

parlante de isto

10. Sempre in italiano, in unione con altro pronome atono occupa sempre il secondo posto:

gliene parlerò Io parlera a ille de isto
parlagliene Parla a ille de isto

11. La si trova in costruzioni riflessive esprimenti un particolare coinvolgimento del soggetto come andarsene, partirsene e in varie locuzioni di uso comune in cui l'originario valore semantico appare indebolito. In Interlingua si usano circonlocuzioni alternative che devono essere inequivocabili.

non poterne più Io non pote plus supportar tote isto
aversene a male Sentir se offendite a causa de isto
non volermene se... Io spera que non te importa si...

Non reprocha me si...

- Ne hanno passate di cotte e di crude

- Ne ha vissute di cotte e di crude

Illes ha essite in le inferno e retornava...

Illes superviveva a tote isto

Ille habeva omne sortas de (bon e mal) experientias

Nihil de tote isto ha essite facile

Io ha passate per situationes multo complicate

12. Altre espressioni

La crisi economica: come possiamo uscirne? Il significato del ne in questo caso è abbastanza chiaro: ne si riferisce alla crisi economica (come uscirne = come uscire dalla crisi economica). In interlingua quindi in questo caso potremmo tradurre uscirne con "sortir (exir) de illo".

Ne riparleremo Nos parlara de isto in un altere occasion [o "plus tarde"]
Voglio adarmene / Me ne voglio andare Io volerea (nunc) vader via
Me ne vado Io vade [via]
Che te ne pare? Que pensa tu de isto?
Parli di tua sorella? - Certo, ne parlo spesso Parla tu de tu soror? Si, io parla sovente de illa
Hai paura dei topi? - Ma no, non ne ho paura Ha tu pavor del rattos? No, io non ha pavor de illos.
Hai bisogno di riposarti? - No, non ne ho bisogno Ha tu besonio de reposar te? No, io non ha besonio de reposo
Quante arance vuole? Me ne dia cinque per favore Quante oranges vole vos? Da me cinque si il vos place.
Quanta birra bevi? - Ne bevo molta. (=Bevo molta birra.) Quante bira bibe tu? - Io bibe multo de illo.
Quanti figli ha? - Ne ha tre. (= Ha tre figli). Quante filios ha ille? - Ille ha tres (filios).
Non ne parlo perchè non voglio parlarne. (non ne voglio parlare). Io non parla re isto proque io non vole. (o: Io non vole parlar re isto).
Quante birre hai bevuto? - Ne ho bevute tre. Quante biras ha tu bibite? Io bibeva tres (de illos).
Quanti ne abbiamo oggi? - Ne abbiamo otto. Qual es le data de hodie? - Il es le octave (die).
Parli Interlingua? – Me la cavo. Parla tu interlingua? - Io lo pote facer bastante ben. (O: bastante ben).