Laboratorio di chimica in casa/Ossido stannico

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

L'ossido stannico o biossido di stagno è un composto anfotero di colore bianco. Esso è solubile sia in soluzioni basiche (p. es. NaOH, Na2CO3) dove forma complessi solubili detti stannati ([H3SnO4]-, [H2SnO4]2- ecc.) che in soluzioni di acidi alogenidrici, dove si scioglie come SnX4 o [SnX6]2-,[1] e pure in acido solforico concentrato, dove diventa Sn(SO4)2.

Reperibilità[modifica]

Il diossido di stagno viene venduto come pigmento bianco nei colorifici.

Sintesi principale[modifica]

Lo stagno è un metallo debolmente riducente, ed è facilmente convertibile nel suo diossido facendolo reagire con una soluzione di HCl/H2O2 secondo la seguente stechiometria:

2 Sn + 4 HCl + 2 H2O2 → SnCl4 + SnO2↓ + 2 H2 + 2 H2O

Che equivale alla reazione:

2 SnCl2 + 2 H2O2 → SnCl4 + SnO2↓ + 2 H2O

Lo SnCl4 ottenuto come sottoprodotto può essere fatto anch'esso precipitare sotto forma di Sn(OH)4 aggiungendo ammoniaca diluita alla soluzione.

SnCl4 + 4 NH4OH → Sn(OH)4↓ + 4 NH4Cl

Sintesi alternative[modifica]

Reazioni[modifica]

Cristallizzazione[modifica]

Il diossido di stagno cristallizza in lunghi aghi filiformi raffreddando le soluzioni di SnCl4.
Diossido di stagno 7.jpg

Sicurezza[modifica]

Ulteriori informazioni[modifica]

Video[modifica]

  1. Dove X è un atomo di fluoro, cloro, bromo o iodio.