Costellazioni/Costellazioni circumpolari/Orsa minore

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Costellazioni
Hubble ultra deep field.jpg
modifica
Orsa minore
Orsa minore
Dati generali
Nome latino: Ursa minor
Abbreviazione: UMi
Stella alfa: Polaris
Estensione: 256°

Mitologia[modifica]

La costellazione esiste da molti secoli, sembra, infatti, che sia stata introdotta dal filosofo greco Talete addirittura nel VI secolo a.C. per aiutare i marinai nella navigazione.

La costellazione[modifica]

L’Orsa minore ha un’estensione di 256°, e risulta dunque una delle più piccole del cielo. La sua forma ricorda vagamente un carretto e per questo è spesso chiamata anche Piccolo Carro. Per buona parte della sua estensione la costellazione è circondata dalle stelle del Drago. Confina anche per una piccola parte con Cefeo e poi con la Giraffa. La stella alfa è universalmente conosciuta come Stella Polare ( Polaris ) e deve la sua importanza non tanto alle dimensioni, in quanto si tratta di una stella non molto luminosa, ( magnitudine 2, leggermente variabile e di colore giallo). quanto alla sua posizione perché trovandosi esattamente allineata con l’asse terrestre, indica il Polo Nord celeste. Proprio grazie alla sua posizione, ( come se fosse la punta di una trottola ) nel corso della notte non compie movimenti circolari ma rimane fissa al suo posto e per questo motivo indica sempre il Polo.

In realtà, però, Polaris non si trova perfettamente allineata al Polo ma se ne discosta di alcuni primi d’arco. Ai fini pratici questo fatto non ha importanza, ma a causa della precessione degli equinozi, ( fenomeno dovuto all’attrazione di Sole e Luna sulla Terra ) si produce un apparente cambio di posizione del polo celeste rispetto alle stelle e questo fa si che Polaris sia solo temporaneamente la Stella Polare. Nel corso dei prossimi centinaia d’anni, la stella si discosterà sempre più dal polo finché un'altra stella prenderà il suo posto ( fra 45.000 anni, per esempio, la Stella Polare sarà Vega della costellazione della Lyra).

Le altre stelle[modifica]

Complessivamente l’Orsa minore è formata da stelle piuttosto deboli che per essere viste hanno bisogno di una notte limpida e molto buia. Beta ( Kochab ) si trova nel corpo posteriore del carro e a causa della sua luminosità praticamente uguale a Polaris, viene spesso confusa con quest’ultima. Il carro è completato da Gamma ( mg. 3,3 ), Eta (mg. 4,9 ) e Zeta ( mg. 4,2 ). Il manico del carro è invece formato da Epsilon (mg. 4,2 ) e Delta ( mg. 4,3 ) oltre naturalmente a Polaris.

Profondo cielo[modifica]

Gli oggetti del profondo cielo in Orsa minore sono pochi e tutti molto deboli; per essere visti occorrono telescopi molto potenti posizionati in zone molto buie. Vale la pena citare NGC 6251 e NGC 6252 due galassie nei pressi di Epsilon, la prima di mg. 12,6 e la seconda di mg. 15. Altre galassie si trovano nei pressi di Kochab: NGC 5836 di mg.13,9 e NGC5819 di mg. 13,5. L’oggetto più cospicuo è UGC 9749 una galassia di mg. 10,9 con un’estensione di 27 primi d’arco.

Tabella principali stelle doppie[modifica]

Nome A.R. Dec Separazione Mg.
Polaris 01h 48.8m +89° 02' 18'4 2 – 9
Pi 15h 32m +80° 37' 31'1 6,5 – 8

Tabella principali oggetti del profondo cielo[modifica]

Nome A.R. Dec Tipo Mg.
NGC 6251 16h 31m +82° 31' Galassia 12,6
NGC 6252 16h 31m +82° 34' Galassia 15
NGC 5836 14h 59m +73° 51' Galassia 13,9
NGC 5819 14h 54m +73° 05' Galassia 13,5
UGC 9749 15h 08m +67° 10' Galassia 10,9